Emergenza Terremoto 2016: le procedure e la modulistica per i lavori di somma urgenza
L’affidamento dei lavori, servizi, forniture e servizi di architettura e ingegneria per la somma urgenza dopo il nuovo codice degli appalti d.lgs. 50/2016

Nel nuovo ebook per le procedure di somma urgenza sono raccolti, per la prima volta dopo l’entrata in vigore del nuovo Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 50/2016), tutti gli elementi informativi per la gestione delle procedure da attivare e la modulistica aggiornata anche in relazione ai due ultimi decreti terremoto da poco pubblicati: decreto legge 189/2016 e decreto legge 205/2016 emanati per l’emergenza terremoto agosto e ottobre 2016.

Clicca qui per leggere l’articolo dedicato al Primo Decreto Terremoto (189/2016)

Oppure, clicca qui per leggere quello sul Secondo Decreto Terremoto (205/2016)

Cos’è la “Somma Urgenza”?

Costituisce circostanza di somma urgenza il verificarsi degli eventi di cui all’art. 2, comma 1, lett. c) della legge 24/2/1992, n. 225 (calamità naturali) o la previsione del verificarsi degli eventi (art. 3, della legge 24/2/1992, n. 225).

Il nuovo e-book sulle procedure da adottare in Somma Urgenza:

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Marco Agliata, 2016, Maggioli Editore

I recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale hanno posto in evidenza la necessità di poter attuare,
con la massima tempestività possibile, tutti quegli interventi indispensabili alla tutela dell’incolumità
delle...

12,90 € 11,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Affidamento lavori, servizi, forniture, servizi di ingegneria e architettura in Somma Urgenza

Il verificarsi dei recenti eventi sismici ha posto in evidenza la necessità che, in queste condizioni di emergenza molti Comuni e altri soggetti con funzioni pubbliche, si trovano ad affrontare procedure che possono, anche parzialmente, migliorare le condizioni di vita di molte persone colpite da questi eventi ma, soprattutto, ridurre sensibilmente i tempi degli interventi di messa in sicurezza e riparazione dei beni e delle aree interessate.

Il Nuovo Codice Appalti (d.lgs. 50/2016) e i recenti decreti legge 189 del 17 ottobre 2016 e 205 dell’11 novembre 2016 disciplinano, nel caso del Codice degli appalti, le procedure di somma urgenza per i beni ordinari e quelli tutelati, nel caso dei due decreti legge gli ambiti e le attività relative all’emergenza del terremoto del 2016.

Procedura di Somma Urgenza

Nel d.lgs. 50/2016 le procedure di somma urgenza e di protezione civile sono disciplinate dall’articolo 163 (per quanto riguarda lavori, servizi e forniture che interessano beni ordinari) e dall’articolo 148, comma 7 dello stesso decreto (per quanto riguarda la soglia relativa ai lavori concernenti beni mobili, superfici decorate di beni architettonici e materiali storicizzati di beni immobili di interesse storico artistico o archeologico, scavi archeologici).

Procedura per i beni ordinari

Nel caso dei beni ordinari la procedura da porre in essere è la seguente:

  • l’affidamento diretto per somma urgenza può essere autorizzato per un importo inferiore ai 200.000 euro;
  • per importi superiori ai 200.000 euro (e fino ad importi pari o inferiori alla soglia europea), l’affidamento diretto è ammesso in via eccezionale soltanto in determinate condizioni;
  • il corrispettivo delle prestazioni per i lavori è definito sulla base di un preventivo presentato dall’affidatario o sulla base di una stima eseguita con utilizzo dei prezzari ufficiali ridotti;
  • il Responsabile del procedimento provvede tempestivamente alla redazione del verbale di somma urgenza;
  • successivamente il Responsabile del procedimento compila e trasmette, entro 10 giorni dall’ordine di esecuzione dei lavori, una perizia giustificativa;
  • gli affidatari di lavori per somma urgenza dichiarano il possesso dei requisiti richiesti per la partecipazione alla procedure mediante autocertificazione (ai sensi d.P.R. 445/200);
  • i lavori ordinati per motivi di somma urgenza privi dell’approvazione del competente organo dell’amministrazione, sono sospesi;
  • per appalti pubblici di forniture e servizi con procedure di somma urgenza si procede con identificazione del prezzo provvisorio stabilito consensualmente tra le parti fatta salva la valutazione di congruità.

Procedura per i beni culturali

Per i beni culturali indicati all’articolo 148 del d.lgs. 50/2016 è consentita, nei casi di somma urgenza, l’esecuzione di lavori fino all’importo di 300.000 euro con affidamento diretto da parte del Responsabile del procedimento alle seguenti condizioni:

  • l’affidamento diretto per somma urgenza può essere autorizzato per un importo inferiore ai 300.000 euro;
  • per importi superiori ai 300.000 euro (e fino ad importi pari o inferiori alla soglia europea), l’affidamento diretto è ammesso in via eccezionale soltanto in determinate condizioni;
  • il corrispettivo delle prestazioni per i lavori è definito sulla base di un preventivo presentato dall’affidatario o sulla base di una stima eseguita con utilizzo dei prezzari ufficiali ridotti;
  • il Responsabile del procedimento provvede tempestivamente alla redazione del verbale di somma urgenza;
  • successivamente il Responsabile del procedimento compila e trasmette, entro 10 giorni dall’ordine di esecuzione dei lavori, una perizia giustificativa;
  • gli affidatari di lavori per somma urgenza dichiarano il possesso dei requisiti richiesti per la partecipazione alla procedure mediante autocertificazione (ai sensi d.P.R. 445/200);
  • i lavori ordinati per motivi di somma urgenza privi dell’approvazione del competente organo dell’amministrazione, sono sospesi;
  • per appalti pubblici di forniture e servizi con procedure di somma urgenza per i quali non sia possibile stabilire il corrispettivo mediante prezzari ufficiali, si procede con identificazione del prezzo provvisorio stabilito consensualmente tra le parti fatta salva la valutazione di congruità.

Potrebbe interessarti anche Ristrutturazione e antisismica, interventi per messa in sicurezza di edifici storici

Servizi di ingegneria e architettura

Nel caso dell’affidamento di servizi di architettura e ingegneria si applicano le soglie e modalità previste dall’articolo 157 del d.lgs. 50/2016 ferme restando le seguenti prescrizioni di carattere generale:

  • è vietato l’affidamento di attività di progettazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, collaudo, indagine e attività di supporto per mezzo di contratti a tempo determinato o altre procedure diverse da quelle previste dal d.lgs. 50/2016 (art. 157, comma 3 – vai all’articolo 157)
  • l’affidatario di incarichi di incarichi progettazione, direzione dei lavori, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, collaudo non può avvalersi del subappalto fatta eccezione per indagini geologiche, geotecniche, sismiche, sondaggi, rilievi, misurazioni e picchettazioni (art. 31, comma 8, d.lgs. 50/2016).

Qualificazione dei professionisti per le procedure di Somma Urgenza

L’articolo 34 del d.l. 189/2016 (Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016) definisce i criteri e le modalità di individuazione dei professionisti cui affidare incarichi di progettazione e direzione lavori attraverso la predisposizione di elenchi speciali, istituiti presso le Prefetture, ai quali i tecnici devono essere iscritti per l’affidamento da parte di soggetti privati di incarichi per la ricostruzione o riparazione e ripristino degli immobili danneggiati.

Le procedure operative

Le procedure operative che dovrebbero essere avviate per la gestione dell’emergenza e la riduzione dei tempi di esposizione a disagi, rischi o altre conseguenze dannose per persone o beni mobili e immobili, sono costituite da una serie di attività finalizzate alla:

  • riduzione dei danni e disagi per le popolazioni colpite;
  • rimozione delle condizioni di rischio;
  • attuazione di misure per l’incolumità pubblica;
  • ripristino dei pubblici servizi, utenze, viabilità e collegamenti;
  • identificazione delle misure e attività per la predisposizione di sistemazioni temporanee degli abitanti;
  • identificazione e quantificazione delle operazioni prioritari da avviare;
  • attivazione delle operazioni di messa in sicurezza e di primo recupero degli immobili.

Il nuovo e-book

L’approfondimento di quanto indicato, i riferimenti normativi specifici e la modulistica necessaria per i vari adempimenti previsti sono contenuti nel nuovo e-book di Maggioli Editore per le procedure di Somma Urgenza.

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Decreto terremoto - Procedura e modulistica per i lavori di somma urgenza

Marco Agliata, 2016, Maggioli Editore

I recenti eventi sismici che hanno colpito l’Italia centrale hanno posto in evidenza la necessità di poter attuare,
con la massima tempestività possibile, tutti quegli interventi indispensabili alla tutela dell’incolumità
delle...

12,90 € 11,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento