Ieri (28 novembre 2016) la Camera ha approvato la Legge di Bilancio 2017, che adesso va all’esame del Senato.

Clicca per il testo del disegno di legge di Bilancio 2017

Tra gli scopi degli interventi sulla Legge di Bilancio:
– rivitalizzare il fondo progettazione di Cdp, utilizzandolo per finanziare gli elaborati delle piccole opere;
– allargare il perimetro del Fondo Renzi e vincolare la spesa degli oneri di urbanizzazione, utilizzandoli solo per investimenti;
– rifinanziare il fondo locazioni con 90 milioni di euro fino al 2019.

Lo scopo principale degli emendamenti alla Manovra Finanziaria 2017 è però quello di ampliare il campo d’azione delle detrazioni fiscali, includendo:
– le bonifiche da amianto (leggi l’articolo)*,
– le certificazioni sismiche (leggi l’articolo),
– e la sistemazione a verde di pertinenze di fabbricati esistenti.

* L’attività di bonifica amianto dovrebbe essere pagata anche da un allargamento del Fondo Renzi, che ritroviamo all’articolo 21 della Manovra. Leggia anche Bonus Rimozione Amianto: come fare domanda per avere il 50% di sconto.

Finanziaria 2017, i Bonus per la casa

Ecobonus

La Finanziaria 2017 proroga dal 2017 al 2021 per gli interventi relativi a parti comuni degli edifici condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari del condominio. Leggi tutto l’articolo.

Sisma Bonus

L’agevolazione è al 50% in cinque anni, dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. Nel caso di interventi che portano a una classe di rischio inferiore: 70 % e 80 % nel caso di passaggio a una o due classi di rischio in meno, 75 e 85 % se gli interventi riguardano le parti comuni di edifici condominiali. Leggi tutto l’articolo sul Sisma Bonus nella Finanziaria

Bonus Mobili

Prorogata al 31 dicembre 2017 la detrazione al 50% per l’acquisto di mobili. Leggi tutto.

Manovra Finanziaria 2017: accesso alla locazione

Per ora, risulta finanziato solo fino al 2015 il Fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, attraverso il quale vengono concessi canoni scontati ai cittadini più deboli. La Commissione Ambiente chiede di destinare risorse alla dotazione del Fondo per il triennio 2017-2019: un emendamento, prevede 90 milioni in totale da spalmare sui tre anni.

Clicca qui per un’analisi più approfondita dei Bonus per la Casa contenuti nella Finanziaria 2017.

Oppure in questo ebook puoi trovare tutte le informazioni sui bonus per la casa 2016:

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Fusano F., 2016, Maggioli Editore
Prontuario operativo sulle agevolazioni per l’efficienza energetica e la ristrutturazione (Ecobonus 65% - Detrazione 50%): procedure e adempimenti, 18 casi pratici risolti e link alle norme e alle circolari ufficiali Aggiornato alla Legge di Stabilità 2016

7,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Bonus alberghi nella Legge di Bilanco 2017

Credito di imposta per la riqualificazione delle strutture ricettive turistico alberghiere, inclusi gli agriturismo. Per il 2017 e il 2018, al 65%.

Finanziaria: Casa Italia

Il Fondo Renzi ha lo scopo di far funzionare anche “Casa Italia” (cioè gli interventi contro il dissesto idrogeologico, le scuole, l’antisismica sugli edifici pubblici). Cosa prevede Casa Italia?

La Finanziaria 2017: idee per le Città

Detrazione 50% per Sistemazione a verde

Lo sconto è del 50%, con tetto a 20mila euro, e andrà allargato anche agli interventi sulle pertinenze di fabbricati esistenti, per la sistemazione a verde di aree scoperte.

Saranno incentivate la fornitura e messa a dimora “di piante o arbusti di qualsiasi genere o tipo e la riqualificazione di tappeti erbosi, con esclusione di quelli utilizzati per uso sportivo con fini di lucro, anche mediante la realizzazione o l’adeguamento di impianti di irrigazione nonché a lavori di restauro e recupero del verde relativo a giardini di interesse storico e artistico”.

A maggio si era parlato di una detrazione 65% per la sistemazione a verde.

Piano e progetto  di area verde

Piano e progetto di area verde

Alessandro Toccolini, 2015, Maggioli Editore

Il volume si presenta come un manuale di pianificazione e di progettazione delle aree verdi, intese nel loro significato più completo e in una visione unitaria che spazia dalle aree naturali al verde agricolo, dal verde urbano alle aree di frangia metropolitana, al...

64,00 € 57,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Oneri di urbanizzazione da destinare al risanamento degli edifici

Una proposta riprende le previsioni dell’articolo 10 del Ddl sul Consumo di Suolo, ancora in discussione in Senato, e prevede un vincolo per gli oneri di urbanizzazione: dovranno essere destinati a:
– al risanamento di complessi edilizi compresi nei centri storici e nelle periferie degradate,
– a interventi di riuso e di rigenerazione,
– a interventi di demolizione di costruzioni abusive,
– all’acquisizione e alla realizzazione di aree verdi destinate a uso pubblico,
– a interventi di tutela e riqualificazione dell’ambiente e del paesaggio, anche ai fini della prevenzione e della mitigazione del rischio idrogeologico e sismico e della tutela e riqualificazione del patrimonio rurale pubblico,
– a interventi volti che favoriscano l’insediamento di attività di agricoltura in ambiti urbani

Per sapere di più sul cammino dell’ormai famigerato Ddl Consumo di suolo leggi anche Il Ddl Consumo di Suolo è in Senato

Piano nazionale per le Città

7 milioni di euro per il 2017 al Fondo per l’attuazione del Piano, al Programma straordinario di intervento per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie.

Mobilità sostenibile

Istituzione di un piano strategico della mobilità sostenibile, incrementando le risorse attribuite per: Fondo finalizzato all’acquisto, riqualificazione elettrica, noleggio dei mezzi per il trasporto pubblico locale e regionale estendendone le finalità. Leggi anche Mobilità sostenibile: ecco il bando da 35 milioni

Ciclovie turistiche

Autorizzata l’ulteriore spesa di 13 milioni di euro per il 2017, di 30 milioni di euro per il 2018 e 40 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2024 per lo sviluppo del sistema nazionale di ciclovie turistiche.

Potrebbe interessarti anche Piste ciclabili, 35 milioni per la mobilità sostenibile: come accedervi

Oppure, puoi scaricare l’ebook sulle piste ciclabili:

Progetto delle piste ciclabili

Progetto delle piste ciclabili

Roberta Maggio, Nicola Mordà, 2016, Maggioli Editore
La Legge di Stabilità 2016 ha stanziato 91 milioni di euro per le attività di progettazione e realizzazione di nuove piste ciclabili in Italia nell'arco del triennio 2016-2018. Questo ebook rappresenta un utile strumento operativo di supporto al progettista che si...

9,90 € 8,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

La Manovra di Bilnacio per le aziende

Nuova Sabatini

Per investimenti in nuovi macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature: termine per la concessione dei finanziamenti prorogato fino al 31 dicembre 2018, incrementato lo stanziamento per i contributi statali in conto impianti per:
– 28 milioni di euro per l’anno 2017,
– 84 milioni di euro per l’anno 2018,
– 112 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2021,
– 84 milioni di euro per il 2022,
– 28 milioni di euro per il 2023.

Beni tecnologici

Confermata la maggiorazione del 40% degli ammortamenti e l’istituzione di una nuova maggiorazione  al 150% per gli ammortamenti su beni alto contenuto tecnologico.

Finanziaria: i Lavoratori autonomi

Ridotta l’aliquota contributiva dovuta dai lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata Inps, portandola al 25% e non più 29% per il 2017 e non 33% dal 2018.

A partire dal 1° gennaio 2017 ci saranno importanti novità per le Partite Iva: giovani, professionisti e imprese. Le novità si dovrebbero concretizzare con la Legge di Stabilità del 2017. Leggi Partite IVA nella Finanziaria 2017: tutte le novità

Ti potrebbe interessare l’ebook sul regime forfetario per i Professionisti:

Regime forfetario dei professionisti tecnici dopo la Legge di Stabilità

Regime forfetario dei professionisti tecnici dopo la Legge di Stabilità

L. De Simone, 2016, Maggioli Editore

Il 2016 si apre con molte novità positive per chi si appresta ad iniziare una nuova attività e vuol ridurre al minimo gli obblighi amministrativi e, soprattutto, il peso del fisco. Le modifiche al regime forfetario rendono infatti questo sistema molto più conveniente...

9,90 € 8,91 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Appalti nella Finanziaria 2017

Sbloccare le progettazioni negli Appalti Integrati

Un emendamento intende sbloccare l’arretrato di progettazioni, generato dalle nuove norme sugli appalti integrati del Nuovo Codice Appalti: la commissione propone di allargare il raggio d’azione del fondo progettazione di Cassa depositi e prestiti, istituito nel 1999 e quasi mai utilizzato, dalla sola progettazione preliminare anche a studi di fattibilità, definitiva ed esecutiva. Dovrà pagare, almeno al 50%, la progettazione di opere di importo inferiore alla soglia comunitaria.

Clicca qui per leggere tutte news sul Nuovo Codice Appalti

Fondo Renzi per le infrastrutture

Questo esisteva già, prima degli emendamenti della Commissione Ambiente. Il Fondo Renzi vale tre miliardi di euro l’anno, utilizzabile per finanziare, tra le altre cose, scuole e antisismica.

L’articolo 21 del Ddl di bilancio stabilisce che

“Al fine di assicurare il finanziamento degli investimenti e lo sviluppo infrastrutturale del paese nei settori di spesa relativi a: a) trasporti e viabilità; b) infrastrutture; c) ricerca; d) difesa del suolo e dissesto idrogeologico; e) edilizia pubblica, compresa quella scolastica; f) attività industriali ad alta tecnologia e sostegno alle esportazioni; g) informatizzazione dell’amministrazione giudiziaria; h) prevenzione rischio sismico”

Si tratta di 1.900 per il 2017, 3.150 milioni nel 2018, 3.500 nel 2019, e poi tre miliardi di euro l’anno dal 2020 al 2032. Le risorse vengono assegnate con Dpcm.

I contributi possano essere utilizzati “attraverso operazioni finanziarie con oneri di ammortamento a carico dei bilanci dello Stato, con la Bei, con la Ceb, con la Cassa depositi e prestiti, e con i soggetti autorizzati all’esercizio dell’attività bancaria“. Per questo, i 47,5 miliardi potrebbero essere in parte anticipati tramite prestiti bancari, con copertura a carico del bilancio statale.

La flessibilità operativa è una caratteristica interessante del Fondo: anziché bloccare risorse su specifici capitoli, con il rischio che i soldi restino fermi se il programma non va avanti come previsto, viene creato un unico contenitore, con la possibilità di assegnare i soldi mano a mano e solo ai progetti in grado di spenderli.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento