In questi giorni siamo in attesa di conoscere quando verrà pubblicato in Gazzetta Ufficale, e queindi quando entrerà in vigore il Secondo Decreto terremoto, seguito al terremoto del 30 ottobre nelle Marche e in Umbria. Ricordiamo che è già in vigore invece il primo Decreto Terremoto, che descrive le modalità di intervento e le risorse per il sisma del 24 agosto. In più, un altro fondo dovrebbe essere disponibile all’interno della Manovra Finanziaria 2017.

Tante risorse disponibili e l’evidenza dei fatti confermano che il paese è in difficoltà, se non in ginocchio. Il rischio sismico è elevatissimo: il cratere si è allargato e, a quanto pare, sono difficilmente prevedibili i suoi movimenti. Una cosa che possiamo fare per mettere in sicurezza le nostre case e le nostre famiglie, non solo nei territori colpiti ultimamente ma in tutto il territorio nazionale, è adeguare gli edifici, pubblici e privati. Le iniziative del Governo sono utili, ma ancora più utile sarebbe far partire iniziative di informazione, che ci diano una vera coscienza del rischio, oltre alla coscienza del pericolo.

BACCHI_3561

Quello che dobbiamo fare è anticipare il terremoto, non permettergli di distruggere. Il Gasbeton fin dal 1985 ha anticipato l’evoluzione delle normative offrendo le prestazioni antisimiche che oggi vengono richieste dalle normative vigenti. In particolare, l’ha fatto con Evolution, in termini di resistenza meccanica, isolamento termico e acustico e resistenza al fuoco.

Vogliamo però concentrare l’attenzione su un prodotto ancora più realizzato ad hoc per la costruzione in zona sismica, Sysmic, la muratura in mattoni portante per le costruzioni in zona sismica, con portanza strutturale superiore a 50kg/cmq. Sysmic coniuga elevata resistenza meccanica, eccezionale potere isolante e leggerezza.

Le caratteristiche di Sysmic

Dimensioni: 60x25x24/30/35/40 cm
Densità: 550kg/mc
Conduttività: 0,13 W/mk
Resistenza a compressione del blocco > 5 N/mng

BACCHI_35

Scarica la scheda tecnica Sysmic

La progettazione con Gasbeton in zona sismica

Per la progettazione dei divisori e dei tamponamenti in zone sismiche, bisogna evitare il distacco dalla struttura. Sono quindi necessari irrigidimenti verticali a interasse minore di 3.00 per divisori interni quando h > 4 e A > 20mq e per tamponamenti esterni quando h > 3,5 e quando A >  15mq. Per tutti i dettagli della progettazione in zona sismica dei prodotti Gasbeton, scarica la Guida alla progettazione.

Per informazioniwww.bacchispa.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento