Ecco la scheda Fast per la valutazione di agibilità urgente e sintetica, che si può usare solo per edifici non dichiarati inagibili, cioè non potrà essere usata per gli edifici già dichiarati inagibili con la scheda Aedes. La scheda Fast non sostituisce la scheda Aedes. I sopralluoghi li possono fare ingegneri, architetti e geometri.

L’ha messa a disposizione la Protezione Civile e consentirà di esaminare con urgenza la situazione degli edifici e quantificare le reali esigenze abitative. Le verifiche semplificate non possono essere fatte nelle zone maggiormente distrutte, perimetrate con ordinanza sindacale, dove sono necessari controlli più approfonditi.

I sopralluoghi possono essere appunto affidati ad ingegneri, architetti e geometri. Vediamo i dettagli.

Verifica Urgente e sintetica di Agibilità post Terremoto

Tutte le informazioni utili

Scarica la Procedura Fast

Scarica la Scheda Fast

Scarica la cheda di Accreditamento tecnico e dichiarazione periodo di operatività per il Fast

Chi può fare la Valutazione di Agibilità Urgente

Ingegneri, architetti e geometri devono essere iscritti prima di tutto a un Ordine o Collegio professionale, abilitati alla professione, con una sola eccezione per la Pubblica Amministrazione.

Dovranno infatti essere reclutati proprio dai Consigli Nazionali, o dalle Amministrazioni. I tecnici impiegati in una Pubblica Amministrazione devono essere in possesso di un titolo di studio relativo a competenze di tipo tecnico strutturale e, se non sono iscritti a un ordine professionale o non sono abilitati, devono essere dotati di una dichiarazione dell’amministrazione di appartenenza come prova dell’esperienza nel settore.

Successivamente alle verifiche di cui sopra, i Tecnici saranno accreditati dalla Dicomac, il centro di coordinamento nazionale della Protezione Civile.

Ti può interessare anche:

Certificato di Agibilità: dalla Domanda al Rilascio del documento

Caratteristiche della Valutazione di Agibilità Sintetica

La valutazione sintetica dell’agibilità può essere fatta su singoli edifici oppure su una serie di fabbricati che si trovano in un’area delimitata dal Sindaco.

Gli edifici possono essere:
– edificio agibile,
– edificio non utilizzabile,
– edificio non utilizzabile per solo rischio esterno.

Se non è possibile fare il sopralluogo, sulla scheda dovrà esserci scritto il motivo.

Suddivisione dei compiti

I compiti dei vari attori coinvolti sono i seguenti.
Il Comune consegnerà alle squadre il piano dei sopralluoghi.
Le squadre devono compilare le schede e lasciarne una copia ai Comuni per l’eventuale adozione di provvedimenti.
Le schede originali devono essere consegnate ai Centri Operativi sovracomunali, che ogni giorno devono scrivere una lista di riepilogo da inviare alla Dicomac e ai Sindaci.
Sindaco e Centro Operativo Comunale informeranno i cittadini sulle date delle verifiche.

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

Emilio Niglis De Lutiis, 2016, Maggioli Editore

Il manuale, utile supporto per la preparazione ottimale agli esami di Stato per l’abilitazione alla professione, è anche un utile strumento di consul- tazione per la pratica professionale, trattando le varie competenze del geometra...

39,00 € 35,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. Gli eventi sismici che nel tempo si ripetono, oltre a colpire il Paese fisicamente, colpisce puntualmente la parte interessata che subisce danni indicibili e incalcolabili, grazie anche agli amministratori della cosa pubblica (nazionale,regionale, provinciale e comunale) che continuano imperterriti ad omettere interventi innovativi, purtroppo, strettamente necessari a difesa di diritti lesi di chi subisce danni di ogni genere. Un obiettivo importante da raggiungere a seguito di terremoti distruttivi, non è quello mirato al recupero o alla ricostruzione di edifici col sistema tradizionale inutile e costoso. Così facendo, si ritorna a spendere tempo e denaro inutilmente…….per non cambiare niente a favore di chi si occupa delle storiche speculazioni e truffe nell’importante e vitale settore dell’ediliziua….che invece a favore dei cittadini contribuenti, dovrebbe pensare a creare la CITTA’ DELL’IMMEDIATO FUTURO in grado di affrontare qualsiasi problematica da consquenziali cambiamenti naturali. Rif. blog SICILIA NUOVA ERA.

Scrivi un commento