Certificazione energetica degli edifici: trasmissione APE regione per regione

Aggiornamento del 5 dicembre:

Detrazioni fiscali 2017, che fine fanno dopo le dimissioni di Renzi?

Aggiornamento del 25 novembre. La Commissione Bilancio della Camera ha approvato il testo della Manovra di Bilancio: è saltata l’estensione agli incapienti dei bonus energetici e antisismici per i condomìni. I due bonus efficienza energetica e antisismica NON si uniscono. L’articolo 2 (di cui sotto riportiamo i contenuti ma li trovi anche cliccando qui) della manovra, che riguarda i bonus per l’edilizia edilizia, resta uguale al testo originale: gli emendamenti non sono stati approvati.

Il ddl sulla Finanziaria 2017 passa alla Camera, dove venerdì è previsto il voto di fiducia.

**

All’interno della Manovra per la Legge di Bilancio 2017 ci sono novità sull’ Ecobonus, ma anche su Sisma bonus e Bonus Ristrutturazioni.

Aggiornamento dell’11 novembreOk al Sisma Bonus 65% anche solo per la certificazione sismica, senza lavori

Aggiornamento del 26 ottobre 2016. Dopo i chiarimenti chiesti dall’Unione Europea, è stato pubblicato il testo del disegno di legge di Bilancio 2017 (leggilo e scaricalo QUI), ancora allo stato di bozza.

Fino ai primi di ottobre, a proposito di Ecobonus ma anche di Bonus Ristrutturazioni 2017, si diceva che forse sarebbero stati detraibili in 5 anni e fino all’80%. Quelle ipotesi erano contrarie a ciò che si era detto in precedenza. Nelle ultime settimane, sono state messe sul tavolo ipotesi su tempistiche e percentuali di detrazione diverse, sia per le abitazioni private sia per i condomìni.

All’inizio si era detto che sarebbe stata estesa al 2017 la detrazione 65% per gli interventi di efficienza energetica, che varrà anche per quelli di adeguamento sismico. Poi, per i condomìni, si era detto che valeva la detrazione del 65% non in 10 anni ma subito: leggi Ecobonus 65% e Antisismica: sconto non in 10 anni ma subito, per tutti i proprietari

Ora, con la Manovra finanziaria, arrivano le vere novità su Ecobonus, Bonus Ristrutturazioni e Sisma Bonus. Eccole di seguito.

Ecobonus nella Legge di Bilancio 2017

Il Governo, nella Legge di Stabilità, estenderà al 2017 la detrazione 65% per gli interventi di efficienza energetica nelle case singole. Approfondisci.

L’ Ecobonus 2017 può arrivare, per i condomini, fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. Queste sono le principali novità previste dall’Ecobonus per i condomìni che introducono un meccanismo premiante in base ai risultati di risparmio dei consumi ottenuti.

In condominio (o in edifici dell’Istituto autonomo case popolari), quindi, si possono spendere quarantamila euro per appartamento, con una detrazione del 65% che può arrivare al 70% se riguarda l’involucro (il cappotto) dell’edificio e al 75% se la certificazione prova il miglioramento della prestazione energetica invernale e estiva. Attenzione, previsti controlli a campione.

Per chi intenda effettuare lavori di efficientamento energetico su singole unità immobiliari, ma non in condominio, potrà usufruirne fino al 31 dicembre 2017. Come già accade, il tetto di spesa incentivabile varia in base agli interventi e il rimborso avviene in dieci rate annuali.

L’Ecobonus è esteso anche agli alberghi. Prima era del 30%, ora invece arriva al 65%, fino al 31 dicembre 2018 e vale anche per gli agriturismi. Lavori fino a un massimo di 200.000 euro.

Bonus Ristrutturazioni e Mobili nella Manovra

Prevista la proroga di 1 anno (quindi fino al 31 dicembre 2017) della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%. Per le ristrutturazioni, i lavori possono essere fatti fino a 96 mila euro di spesa per unità immobiliare. Leggi l’articolo sul Bonus Mobili confermato per il 2017 nella Manovra Finanziaria.

Il Sisma Bonus nella Legge di Bilancio 2017

Di seguito, il rafforzamento dell’incentivo SismaBonus in arrivo con la Manovra finanziaria.

Il Sisma Bonus, a partire dall’1 gennaio 2017, sarà utilizzabile anche in zona 3, non solo in zone 1 e 2. Funzionerà come una detrazione fiscale del 50%, e sarà possibile richiederla fino al 31 dicembre 2021.

Il Sismabonus potrà arrivare fino all’85%, se l’edificio viene migliorato di 2 classi di rischio.

Le valutazioni sul miglioramento e le modalità di certificazione seguiranno le linee guida sulla classificazione sismica degli edifici, che sono in fase di studio e saranno rese note entro la fine di febbraio 2017

L’agevolazione, con tetto di spesa fissato a 96.000 euro l’anno, viene stabilizzata fino al 2021, vale per i condomini e per le abitazioni singole e si potrà detrarre, quindi recuperare, in 5 anni anziché in 10. Le percentuali di sconto aumentano al 70 e 80% per le case e al 75 e 85% dei condomini.

Per poter includere anche i condòmini incapienti, il bonus potrà essere ceduto a imprese, Esco o altri soggetti diversi da banche e intermediari finanziari, con modalità che saranno poi chiarite dall’Agenzia delle Entrate.

Il Sismabonus varrà, dal 2017, anche per le seconde case e le attività produttive. Tra le spese detraibili rientreranno anche quelle per la classificazione e verifica sismica.

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Fusano F., 2016, Maggioli Editore
Prontuario operativo sulle agevolazioni per l’efficienza energetica e la ristrutturazione (Ecobonus 65% - Detrazione 50%): procedure e adempimenti, 18 casi pratici risolti e link alle norme e alle circolari ufficiali Aggiornato alla Legge di Stabilità 2016

7,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento