H2H Facility Solutions, società bolognese del Gruppo Manutencoop specializzata nella fornitura di servizi di facility management, è la prima società in Italia ad aver realizzato un sistema integrato di monitoraggio altamente innovativo per l’individuazione real time dei problemi tecnici e dei malfunzionamenti relativi agli impianti di climatizzazione (caldaie, gruppi frigo e pompe di calore).

Il nuovo e innovativo sensore messo a punto da H2H, una volta applicato agli impianti, è in grado di segnalare un qualunque blocco che ne infici il corretto funzionamento. In seguito alla rilevazione dell’allarme, viene inviata una segnalazione via GPRS, Wi-Fi o Blue Tooth verso un server di gestione dei dati sul quale sono georeferenziati tutti gli immobili e relativi impianti gestiti da H2H.

Il guasto rilevato viene analizzato dall’Assistenza Clienti che attiva quindi il pronto intervento in modo tale che il tecnico possa intervenire in tempi brevissimi e informa il cliente in merito alle problematiche in corso e alle azioni correttive intraprese.

I vantaggi

Il vantaggio reale e tangibile è rappresentato dal fatto che il problema viene risolto ancora prima che le persone presenti nell’immobile possano accorgersi che si è effettivamente verificato un malfunzionamento. Spesso, infatti, il blocco di un impianto causa dei reali disagi solo dopo alcune ore dal verificarsi del guasto stesso, mentre grazie a questa innovazione, il problema non viene percepito dall’utente finale in quanto gestito direttamente dal tecnico che si attiva per risolverlo.

“Siamo orgogliosi di essere i primi in Italia ad aver realizzato e testato un sistema di questo tipo universale e applicabile a ogni tipologia di impianto e marca.” afferma Stefano Donati, Amministratore Delegato di H2H Facility Solutions.

“La nostra società è estremamente attenta alla combinazione tra innovazione e benessere delle persone che vivono gli immobili, è per questo che negli ultimi anni abbiamo intrapreso un percorso di ricerca sul tema della ‘manutenzione predittiva’ avvalendoci della collaborazione di istituti e organizzazioni di alto livello – come il CERN, la Stanford University e l’Università di Modena e Reggio Emilia – per studiare possibili principi e tecnologie volti ad accrescere il benessere negli ambienti lavorativi. Da qui è nato il primo risultato concreto: un sistema integrato di monitoraggio su cui abbiamo deciso di investire. L’eccellenza Made in Italy è anche questa”.

H2H Facility Solutions ha seguito tutte le fasi del processo di studio e progettazione: l’identificazione del set di sensori, la progettazione dell’architettura tecnologica, l’implementazione del software, l’interfaccia web, lo studio e la realizzazione degli involucri dei sensori, la predisposizione dei prototipi di sistema e il test pilota su casi reali.

Gli obiettivi

Gli obiettivi raggiunti già in questa prima fase sono:

  • intercettare i guasti attraverso il monitoraggio dello stato di impianti e ambienti, per essere più tempestivi nella erogazione dei servizi;
  • anticipare le esigenze/disagi delle persone per rendere più efficace l’erogazione dei servizi;
  • influire positivamente sul benessere delle persone nell’ambiente di lavoro, reagendo ai guasti in modo tempestivo evitando che debbano essere loro a occuparsene.

L’azienda sta eseguendo ulteriori studi e test con l’obiettivo di implementare un vero e proprio ecosistema di sensori in maniera strutturata, mediante tecnologie e algoritmi sempre più elaborati, e renderlo parte integrante della propria offerta in un ottica di miglioramento continuo del servizio erogato.

L’azienda

H2H Facility Solutions (www.h2hfs.com) è la società del Gruppo Manutencoop specializzata nella fornitura di servizi di facility management a clienti privati organizzati “a rete”, cioè presenti sul territorio con più sedi (catene retail, filiali bancarie e assicurative, centri commerciali, catene alberghiere e strutture sanitarie, ecc.).

La società promuove una nuova vision e un nuovo modo di intendere il facility management: non prendendosi cura solo degli edifici ma anche, e soprattutto, del benessere delle persone che li vivono per assicurare un ambiente di lavoro confortevole e senza stress. H2H sta, infatti, per “Human to Human”.

L’azienda offre un ampio range di servizi – dalla ristrutturazione di interni chiavi in mano a quelli tecnico-manutentivi e specialistici – tutti gestibili e monitorabili attraverso un sistema informatico all’avanguardia in grado di garantire trasparenza, gestione e controllo delle attività in tempo reale. H2H ha raggiunto i 56 milioni di Euro di fatturato nel 2015, impiega attualmente 146 persone, ha 10 sedi dislocate in modo strategico sul territorio nazionale e gestisce oltre 9.000 immobili.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento