Risposta: dipende. L’Ufficio legislativo del Ministero dei beni culturali e del turismo (MiBACT) ha fatto qualche precisazione per quanto riguarda l’ autorizzazione paesaggistica per interventi nei boschi e nelle foreste.

Con il parere 8 settembre 2016, infatti, ha specificato che, in breve:

– se il bosco o la foresta sono tutelati nei loro elementi identificati è previsto un regime derogatorio ridotto rimesso all’autorità forestale;

– se il territorio è tutelato con un provvedimento specifico che ne riconosce il valore paesaggistico, gli interventi forestali devono essere valutati in merito alla loro compatibilità con lo stesso specifico valore paesaggistico tutelato dal provvedimento. La valutazione avviene attraverso autorizzazione paesaggistica

Autorizzazione paesaggistica, OK DEL CONSIGLIO DI STATO: leggi l’articolo

 

Si legge nel Parere del Mibact: “Per lo speciale valore tutelato paesaggisticamente di boschi e foreste, il legislatore prevede un regime derogatorio ridotto e rimesso al controllo dell’autorità forestale, ma solo ove il bosco o foresta sia tutelato come elemento morfologico del territorio, da salvaguardare nei suoi elementi identificativi.

Qualora il territorio boschivo sia tutelato anche con specifico provvedimento che ne riconosca il notevole interesse pubblico per ragioni di carattere paesaggistico-culturale, gli interventi forestali, già compatibili con la tutela dei caratteri morfologici tutelati per legge, richiedono la valutazione della loro compatibilità con lo specifico valore paesaggistico espressamente riconosciuto e tutelato nel provvedimento, mediante ricorso alla previa autorizzazione paesaggistica.”

Riforma Madia, no all’autorizzazione paesaggistica per piccoli interventi: ecco quali

 

Secondo l’Ufficio legislativo del Mibact, in sede di copianificazione paesaggistica potrà essere opportunamente concordata un’adeguata disciplina di tutela che preveda i limiti alla trasformazione dei beni tutelati, assicurando la conservazione del valore paesaggistico.

Le amministrazioni coinvolte, per ragioni di semplificazione procedimentale, potranno predeterminare, mediante apposito accordo, le ipotesi di interventi forestali da realizzare nel bosco ritenute paesaggisticamente compatibili con i valori espressi nel provvedimento di vincolo e quindi autorizzabili dagli uffici ministeriali.

Lavori edilizi: guida a permessi e autorizzazioni

Lavori edilizi: guida a permessi e autorizzazioni

Antonella Mafrica e Mario Petrulli, 2016, Maggioli Editore

La raccolta completa degli e-book di Ediltecnico.it de- dicati alle autorizzazioni e ai permessi edilizi a cura di Antonella Mafrica e Mario Petrulli. Nel Cd-Rom sono contenuti i seguenti ebook (in formato PDF):
Gli interventi edilizi:...

29,99 € 26,99 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

A che punto è il cammino dell’autorizzazione paesaggistica semplificata?

Autorizzazione paesaggistica semplificata approvata dal Consiglio di Stato

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. italia cementificata al 10% del territorio. coste sparite, sempre meno terra fertile disponibile alla produzione alimentare (la pianura padana sta diventando un enorme lago di cemento, asfalto e inquinamento). ora pure i boschi volete edificare. ma sappiate che senza alberi non c’è aria nè benessere psicologico dei cittadini, oltre che la vita della fauna e della flora. e non basta un piccolo parco urbano o 2 platani piantati in un viale!! il taglio dei boschi e l’impermeabilizzazione del suolo con cemento e asfalto causa enorme dissesto idrogeologico. l’edilizia italiana deve finire definitivamente e per sempre (salvo ristrutturazioni) e numerose persone dovrebbero finire all’ergastolo. tante quante le case abusive da abbattere e i beni da sequestrare

Scrivi un commento