Quinto conto energia, la bozza ufficiale del Ministero dello sviluppo economico

Presentiamo per i lettori di Ediltecnico.it la bozza ufficiale del decreto sul Quinto conto energia (con allegati) del Ministero dello sviluppo economico di concerto con quello dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare.

Le nuove modalità di incentivazione disciplinate da questo Quinto conto energia si applicheranno a partire dal 1° luglio 2012, qualora a tale data il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi al fotovoltaico abbia raggiunto il valore di 6 miliardi di euro l’anno da almeno 30 giorni, come deliberato dall’Autorità.

Nel caso in cui, invece, non si verifichi la predetta condizione, il decreto entrerà in vigore decorsi trenta giorni dalla pubblicazione della deliberazione del GSE che individua la data in cui il costo indicativo cumulato annuo degli incentivi, così come definito dall’articolo 3, comma 1, lettera z), del d.m. 5 maggio 2011, raggiunge il valore di 6 miliardi di euro l’anno.

Il d.m. 5 maggio 2011 continuerà ad applicarsi ai soli impianti di cui ai titoli II, III e IV del medesimo decreto che entrano in esercizio entro trenta giorni dalla data della pubblicazione della deliberazione sopracitata, nonché ai grandi impianti iscritti in posizione utile nei registri e che producono la certificazione di fine lavori nei termini previsti.

E intanto si prepara la mobilitazione per il 18 aprile
Il mondo delle rinnovabili, le imprese nate in questi anni, gli oltre 100.000 nuovi occupati, le associazioni di settore e ambientaliste scenderanno in piazza il prossimo 18 aprile a Roma, per protestare contro il pericolo di blocco del settore che, secondo gli organizzatori, si produrrà con i decreti sulle rinnovabili e sul Quinto conto energia presentati dal Governo.

A questo proposito presentiamo un link al sito di Legambiente e al documento dal titolo È davvero colpa delle rinnovabili se le bollette della luce lievitano?

Per ulteriori approfondimenti leggi anche l’articolo di Lucia Navone Quinto conto energia: allineati con l’Europa e lo speciale dedicato al Quinto conto energia.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

4 Commenti

  1. ci vogliono far credere che la boll e’ aumentata per gli incentivi al fotovoltaico? come per la benzina ? il peggio e’ che ci prendono anche per il c..o !!!e tutti gli incentivi in bolletta che paghiamo ancora per la messa in sicurezza delle centrali nucleari? e tutti i contributi che paghiamo ai vari moratti e garrone?togliessero quelli e non incentivi che servono a creare sviluppo e posti di lavoro e soprattutto un ambiente piu’ pulito nel quale far crescere i nostri figli !
    per non parlare di tutta la burrograzia inutile che è necessaria per autorizzare un impianto fotovoltaico.Vergognatevi l.Italia la state riportando agli anni 40 facendo impoverire il ceto medio e arrichendo sempre di più i vostri padroni.altro che governo di tecnici e professori…….inetti e incapaci che pensano solo ad arricchirsi e a salvaguardare le grandi lobby a discapito dei cittadini ,in quale paese di merda viviamo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. sono a dir poco incredula! pensavo che dopo il governo berlusconi si potesse davvero pensare ad un italia migliore.e invece mi debbo ricredere! questo governo ci sta’ uccidendo e ci sta togliendo l unica risorsa a oggi che da’ lavoro e fa bene all ambiente!! la nostra italia che noi giovani proviamo con tutte le nostre forze a radrizzare x esserne orgogliosi ce l anno distrutta. non vedo futuro. ma a roma x dire che “anche no” questo giro non ci sto’ io ci sono!!

Scrivi un commento