Territorio e Ambiente, il CdM impugna le leggi di Veneto e Toscana

Governo sul piede di guerra e pronto a impugnare davanti alla Corte Costituzionale le leggi regionali del Veneto e della Toscana, che disciplinano rispettivamente norme generali in materia di lavori pubblici e di valutazione ambientale.

Nel mirino del Consiglio dei Ministri è finita la legge regionale Veneto 9/2012 ‘Modifiche alla legge regionale 7 novembre 2003, n. 27 recante disposizioni generali in materia di lavori pubblici di interesse regionale e per le costruzioni in zone classificate sismiche e successive modificazioni‘ in quanto contiene disposizioni in contrasto con i principi fondamentali in materia di governo del territorio e di protezione civile.

Anche la Toscana è finita sotto la lente con la legge regionale 6/2012 ‘Disposizioni in materia di valutazioni ambientali. Modifiche alla l.r. 10/2010, alla l.r. 49/1999, alla l.r. 56/2000, alla l.r. 61/2003 e alla l.r. 1/2005 in quanto contiene una disposizione che prevede per gli interventi edilizi privati una procedura di valutazione di impatto ambientale difforme rispetto alla disciplina statale.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento