Expo 2015, Ciaccia alla Commissione lavori pubblici del Senato

È stato messo a disposizione circa l’83% del totale delle aree interessate dai lavori per l’Expo 2015, mentre per le restanti sono previste consegne differenziate nel secondo semestre del 2012. A ricordarlo è stato il viceministro alle infrastrutture Ciaccia, durante un’audizione alla Commissione lavori pubblici del Senato.

Ciaccia ha ricordato come il finanziamento complessivo, per la parte di competenza dello Stato, ammonti a 1.486 milioni di euro, posti a carico dello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti per gli esercizi finanziari dal 2009 al 2015.
Tali finanziamenti sono erogati in favore dei soggetti attuatori: Expo 2015, Regione Lombardia e Comune di Milano.

Durante il suo intervento Ciaccia ha precisato che le infrastrutture per l’accessibilità al sito espositivo sono suddivise in tre gruppi:
1. opere essenziali che riguardano la mobilità e l’accessibilità diretta al sito;
2. opere connesse, indispensabili affinché l’area sia collegata alla rete infrastrutturale esistente o affinché le vie di accesso già presenti siano potenziate per adeguarsi ai volumi di affluenza previsti;
3. opere necessarie che rappresentano interventi finalizzati a garantire la mobilità nell’area del sito espositivo e del territorio contiguo sulla base delle condizioni di mobilità già presenti.

Per quanto riguarda lo stato dei lavori, il vice ministro ha ricordato che la procedura di bando per gli appalti è stata pubblicata il 20 dicembre 2011, che le imprese che hanno presentato richiesta di partecipazione sono risultate in possesso dei requisiti richiesti e che potranno presentare l’offerta entro la fine del mese di luglio 2012. I lavori verranno avviati a partire dal mese di agosto 2012 e dovranno concludersi entro il mese di gennaio 2015.

Per quanto riguarda le aree di bonifica, Ciaccia ha dichiarato che sono state individuate e che le operazioni verranno avviate a partire da luglio 2012. Parallelamente alla realizzazione di tali opere è previsto il rafforzamento e la modernizzazione della rete infrastrutturale viaria e ferroviaria per favorire l’accessibilità del sito.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento