Il secondo bando per la realizzazione della rete a banda ultralarga nelle aree bianche, o “a fallimento di mercato”, cioè quelle in cui i privati non intendono investire in proprio, è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale e sul sito di Infratel Italia SPA.

Come abbiamo visto, le prime sei regioni interessate sono state Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Molise, Abruzzo. Ora invece tocca a Piemonte, Valle D’Aosta, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Marche, Lazio, Campania, Basilicata, Sicilia e della Provincia autonoma di Trento, per un importo totale a base d’asta di oltre 1,254 miliardi di euro.

Il bando è articolato in sei lotti autonomi:
1) Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria: 358,567 milioni
2) Friuli Venezia Giulia e Provincia di Trento: 166,274 milioni
3) Marche e Umbria: 154,588 milioni
4) Lazio: 171,020 milioni
5) Campania e Basilicata: 198,917 milioni
6) Sicilia: 184,193 milioni.

Scarica QUI il bando completo.

Le regole e i requisiti della gara sono una ricalcati su quelli della gara precedente (chiusasi il 18 luglio scorso) e anche l’iter sarà lo stesso, con aggiudicazione attraverso procedura ristretta e gestita tramite piattaforma telematica.

Le infrastrutture che verranno realizzate saranno in grado di coprire una popolazione di oltre 5,5 milioni di abitanti e interesseranno il territorio di quasi 4 mila Comuni. All’appello mancano ancora Puglia, Calabria e Sardegna, alle quali sarà riservato un successivo bando, che uscirà  probabilmente a settembre o, comunque, entro l’autunno.

Le risorse pubbliche vanno a coprire i costi di progettazione e costruzione dell’infrastruttura a banda ultralarga, affidata in concessione a soggetti privati che dovranno poi gestire (e provvedere alla manutenzione della rete per 20 anni) vendendo i servizi all’ingrosso, e pagando allo Stato un canone di concessione (definito poi dalla lettera di invito).

 

Scopri tutte le offerte estive sui nostri libri!

Il Building Information Modeling - BIM

Il Building Information Modeling - BIM

Mario Caputi - Paolo Odorizzi - Massimo Stefani, 2015, Maggioli Editore

“La società contemporanea sta vivendo una profonda trasformazione dovuta alla diffusione delle Tecnologie dell’Informazione (IT) che stanno modificando radicalmente il modo di vivere, di lavorare, di produrre documenti e di scambiare informazioni. Anche l’industria...

39,00 € 27,30 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento