Contabilizzazione del calore (con CFP)

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto che introduce multe da 500 fino a 2500 euro per chi non installa (in case private e in condominio) i dispositivi di termoregolazione e contabilizzazione calore dal 31 dicembre 2016 e non ripartisce (in condominio) le spese in base ai consumi. C’è una sola possibilità di deroga: l’impossibilità tecnica, che deve risultare dalla relazione tecnica firmata da un progettista.

IL DECRETO CONTABILIZZAZIONE DEL CALORE PUBBLICATO IN GAZZETTA

 

Il decreto in Gazzetta è il dlgs 141/2016 (Serie Generale n. 172 del 25/7/2016), che integra il D.lgs. 102/2014 con cui l’Italia ha recepito la Direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica.

Leggi la nostra Guida al condominio

Oppure leggi lo Speciale sulla Contabilizzazione del Calore

Per approfondire potrebbero interessarti

Guida alla ripartizione delle spese condominiali

Guida alla ripartizione delle spese condominiali

Bordolli Giuseppe, 2014, Maggioli Editore

L'opera affronta la disciplina della ripartizione delle spese condominiali, con l'obiettivo di offrire ad operatori del settore e condomini una guida agile e chiara, capace di sciogliere i numerosi dubbi e le incertezze determinate dalla normativa recentemente riformata,...

30,00 € 27,00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Ebook + FAD La contabilizzazione del calore negli edifici con riscaldamento centralizzato

Ebook + FAD La contabilizzazione del calore negli edifici con riscaldamento centralizzato

R. Colombo, F. Zerbetto , 2016, Maggioli Editore
Una guida ragionata di tutte le informazioni – siano esse legislativo-normative, tecniche, gestionali, amministrative, di monitoraggio e assistenza nel tempo – di cui si trovano ad avere bisogno tanto le figure professionali coinvolte, operatori termotecnici e...

23,50 € 19,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. Mi domando perché insistete sempre sugli obblighi terrorizzando i condomini e non mettete mai in evidenza le possibilità di deroga che non si limitano solo all’impossibilità tecnica, pur vera nella stragrande maggioranza dei casi. Così date l’impressione di una pubblicità ingannevole che non si addice alla serietà comprovata di questo sito.

Scrivi un commento