Il nuovo regolamento per la formazione continua dei Periti industriali entrerà in vigore dal 1° gennaio 2017 e si applicherà al quinquennio formativo che va dal 2014 al 2019. Il provvedimento è stato modificato dopo la consultazione pubblica degli iscritti di più di un anno fa tramite il Collegio Periti industriali CNPI.

 

Cosa cambia?

Le principali novità sono:  

1) le verifiche sui crediti non sono più annuali ma quinquennali;

2) il riconoscimento per l’apprendimento informale collegato allo svolgimento dell’attività professionale del perito industriale;

3) la possibilità di acquisire crediti formativi anche durante i corsi universitari. Leggi: Periti industriali laureati, i corsi dal 2017

 

Proposte di formazione

Di seguito alcuni corsi di aggiornamento professionale che abbiamo trovato sul sito del Collegio e che si svolgeranno in autunno:

Previdenza 2.0: privacy e disciplinari d’incarico

Pianeta cliente. Gestire l’esperienza di vendita

Videosorveglianza

Dal 2014 tutti gli iscritti all’ Albo Periti industriali sono tenuti ad assolvere all’obbligo di formazione, ora è arrivato questo aggiornamento. Il nuovo regolamento per la formazione continua Periti industriali si trova sul Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 13 del 15 luglio 2016, è stato pubblicato il “Regolamento riformato e definitivo sulla formazione continua dei Periti industriali e Periti industriali laureati, in attuazione dell’art. 7, comma 3 del D.P.R. 7 agosto 2012, n. 137”.

Approfondisci il tema obbligo di laurea per i periti industriali


Dal web


Gli Speciali

Scrivi un commento