Sarà un’ anagrafe edilizia scolastica, dinamica e monitorerà in tempo reale i lavori dalla fase di progettazione. Sarà in grado di interagire con le banche dati regionali e aggiornarsi in tempo reale. L’iniziativa è emersa dall’audizione del 28 giugno 2016 alla Camera durante l’indagine conoscitiva sull’edilizia scolastica in Italia.

Verranno utilizzate le schede di monitoraggio, che gli enti locali devono compilare per dare avvio gli interventi e per ricevere le liquidazioni dei fondi. Le schede contengono le stesse informazioni dell’anagrafe (dati dell’edificio, vincoli, planimetria catastale, agibilità…). Il tecnico del comune non dovrà, così, fare due volte lo stesso lavoro: una prima volta perché deve ottenere le liquidazioni, una seconda perché deve aggiornare l’anagrafe.

Attualmente l’anagrafe è uno strumento statico e funziona ancora solo a livello regionale: ogni regione aggiorna la sua banca dati ma inserisce le informazioni nella piattaforma centrale solo due volte l’anno: una lettura in tempo reale dell’avanzamento lavori sul territorio nazionale è di fatto impossibile. Per risolvere il problema, la proposta è di rendere interoperabile con le banche dati esistenti.

Leggi anche Scuole Innovative: il bando di progettazione per l’edilizia scolastica

Progetti di scuole innovative

Progetti di scuole innovative

Domenico Pepe, Massimo Rossetti, 2016, Maggioli Editore
Il settore dell’edilizia scolastica è tra i più importanti nel panorama dell’architettura contemporanea, soprattutto in Italia. È qui che la necessità di un radicale ripensamento delle strutture adibite ad attività formative si sta mostrando in tutta la sua urgenza....

34,00 € 30,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento