Il Dpr ascensori, approvato pochi giorni fa in prima istanza dal Consiglio dei ministri, perde il pezzo sull’adeguamento obbligatorio alle norme di sicurezza che faecvano riferimento alla raccomandazione Ue del 1995. Restano le altre disposizioni previste dalla direttiva 2014/33/Ue (il termine per adeguarsi è già scaduto: arriva la sanzione?).  Ora il provvedimento passa all’esame delle commissioni Industria di Camera e Senato per il parere obbligatorio (ma non vincolante).

Positivo il giudizio di Confedilizia. Dichiara il presidente Giorgio Spaziani Testa: “Diamo atto al presidente del Consiglio e al nuovo ministro dello Sviluppo economico di aver varato un provvedimento attento alla sicurezza dei cittadini, ma privo di inutili e costosi adempimenti aggiuntivi per la proprietà” .

Per Robeto Zappa (Assoascensori) e Michele Mazzarda (Anacam) è «Una polemica montata ad arte in nome di vantaggi economici per pochi grandi proprietari di case e a svantaggio della sicurezza di milioni di persone che ogni giorno utilizzano più di 700mila ascensori non in linea con gli attuali standard europei”. Ma parliamo dei contenuti del decreto per come lo conosciamo ora.

 

I Contenuti del DPR ascensori

L’ambito di applicazione della direttiva viene esteso agli ascensori intesi come prodotti permanenti in edifici e ai componenti di sicurezza per ascensori nuovi prodotti da un fabbricante nell’Unione oppure componenti di sicurezza nuovi o usati importati da un paese terzo.

Nelle nuove norme c’è una serie di obblighi per fabbricanti, distributori e importatori: i ministeri di Sviluppo e Lavoro fanno una valutazione di sicurezza su impianti e componenti e possono chiedere che gli operatori economici intervengano. Possono ritirarli dal mercato. Ritorna il certificato di abilitazione rilasciato dalle prefetture ai manutentori dopo una prova teorico-pratica.

Gli interventi possono essere suggeriti solo dai manutentori. I proprietari sono liberi di scegliere se eseguirli o meno, salve naturalmente le responsabilità derivanti da eventuali incidenti. Gli unici obblighi restano quelli indicati dalle norme in vigore all’epoca di installazione.

 

E2 Forum, l’evento dedicato agli ascensori

A ottobre si terrà un evento di riferimento nel panorama italiano e internazionale in materia di ascensori e scale mobili: si tratta di E2 Forum,una due-giorni di convegni, eventi ed esposizioni a Milano il 26-27 ottobre 2016 presso la prestigiosa sede Gruppo 24 Ore.

 

CLICCA QUI PER AVERE TUTTE LE INFORMAZIONI SULL’EVENTO

Scarica qui la brochure informativa

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento