Ecobonus e Bonus ristrutturazioni

Aggiornamento del 7 dicembre: la Legge di Bilancio è Legge e lo sono anche le detrazioni fiscali 2017.

Detrazioni Fiscali 2017, approvate definitivamente senza modifiche: ecco il testo

**

L’ Ecobonus 2017 può arrivare per i condomìni fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. Prevista la proroga di 1 anno della detrazione 50% per le ristrutturazioni edilizie e per il bonus mobili ed elettrodomestici, sempre al 50%. Leggi tutte le novità e i dettagli della Manovra

Dopo i chiarimenti chiesti dall’Unione Europea, è infatti stato pubblicato (il 26 ottobre 2016) il testo del disegno di legge di Bilancio 2017 (leggilo e scaricalo QUI) che introduce novità per il rinnovo di ecobonus e bonus ristrutturazioni per il 2017.

Il Governo, nella Legge di Stabilità, estenderà al 2017 la detrazione 65% per gli interventi di efficienza energetica. Approfondisci.

Detrazioni anche per gli interventi di adeguamento sismico, con percentuali diverse di detrazione a seconda della tipologia di intervento. Approfondisci.

Clicca qui se vuoi altre informazioni sui contenuti della Legge di stabilità 2017

Ecobonus, Bonus ristrutturazioni e Bonus Mobili 2017 confermati per tutto il 2017: in una analisi appena condotta è emerso che nel corso del 2014 sono stati oltre 11 milioni gli italiani che hanno usufruito del fondamentale strumento delle detrazioni fiscali sulla casa, con una spesa complessiva di 5,8 miliardi di euro. All’interno di questa cifra vanno segnalate le 455.800 persone che hanno effettuato una spesa totale di 3,3 miliardi di euro utilizzando l’Ecobonus 65% per interventi di riqualificazione energetica. I dati affiorano da una analisi delle dichiarazioni dei redditi 2015. Inoltre, secondo le ultime elaborazioni del centro studi CRESME, su dati del ministero delle Finanze, ad aprile scorso gli italiani hanno avviato interventi per oltre 1,9 miliardi di euro, pari al 5% in più rispetto al valore registrato nello stesso mese del 2015.

L’ Ecobonus 2017 può arrivare, per i condomini, fino al 75%, stabilizzato fino al 2021 e rimane detraibile in 10 anni. Clicca qui per approfondire.

Il Governo vuole inserire nella prossima legge di stabilità per il 2017 alcune novità, tra cui:
– un fondo di 5 miliardi per l’anticipo delle spese per i lavori di efficientamento energetico (eco bonus) per i condòmìni
– per i singoli proprietari e sempre l’ecobonus, rimborso in un’inica soluzione e non più rateale in 10 anni con un’unica soluzione.

Ecobonus e Bonus ristrutturazioni: strumenti fondamentali

Alla luce di questi dati rilevanti (che confermano un trend positivo in auge ormai dal 2012), il ministro dell’Economia Pier Carlo ‎Padoan ha esternato l’intenzione del Governo di voler proseguire sulla via virtuosa del credito di imposta per ‎ristrutturazioni e riqualificazioni energetiche in edilizia. Uno strumento necessario per dare da un lato respiro al comparto dell’edilizia, colpito duramente dalla crisi, e dall’altro al fine di aiutare economicamente i contribuenti ad effettuare operazioni di ammodernamento delle proprie abitazioni (e non soltanto). Ristrutturare, sostituire gli impianti desueti, mettere in sicurezza la casa sotto differenti profili, realizzare gli interventi antisismici, abbattere o spostare pareti, riqualificare appartamenti, case o condominio anche a fini del risparmio energetico: tutte attività fortemente incentivate da uno degli strumenti attivi più efficaci messi in campo dalla politica negli ultimi anni.

La conferma della volontà di proseguire con la politica delle detrazioni in edilizia sotto forma di credito d’imposta è emersa ancora una volta durante il seminario Fare Casa: sostegno al credito e agevolazioni fiscali per l’abitare delle famiglie italiane, svoltosi ieri sotto l’egida organizzativa del Ministero dell’Economia e delle Finanze, in collaborazione con ABI, per illustrare ai professionisti e alle aziende del settore gli strumenti messi a disposizione all’ampio comparto dell’abitare: le agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni e le riqualificazioni energetiche, il bonus mobili per le giovani coppie e l’arredamento dell’immobile oggetto di ristrutturazione, il mutuo per l’acquisto della prima casa, il sostegno per chi è difficoltà con il pagamento delle rate, il leasing immobiliare.

Leggi anche l’articolo Ecobonus 65%, Senato: stabilizzarlo fino al 2019.

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Le detrazioni fiscali sulla casa 2016

Fabio Fusano, 2016, Maggioli Editore

Questo ebook, aggiornato alla Legge di Stabilità 2016, compie una sintesi e risponde a un'esigenza precisa: "essere utili". L’imperativo è stato: «Risolvere i problemi del lettore, rispondere alle sue domande e dargli risposte esaurienti, specifiche e risolutive sul...

7,90 € 7,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Detrazioni sulla casa strutturali dal 2017?

“Il complesso delle misure sulla casa – ha affermato il ministro Padoan  – hanno una triplice valenza di policy: il sostegno alle famiglie, la ripresa del settore edilizio e della filiera produttiva del settore casa, il moltiplicarsi delle opportunità di accesso al credito. Lungo queste direttive proseguirà l’azione del Governo.

Per le informazioni decisive relative alla fruizione del Bonus per l’acquisto di scuri, tende per lucernari e tapparelle leggi l’articolo Schermature solari: le 4 cose da sapere sull’applicazione dell’Ecobonus 65%.

Parole condivise dalla quasi totalità degli addetti al settore, che auspicano da tempo una stabilizzazione del credito d’imposta in materia, nell’obiettivo di trasformare la misura in strutturale. La conferma in tale direzione giunge da una voce di rilievo della politica ambientale italiana, ovverosia quella di Ermete Realacci, deputato Pd e presidente della Commissione Ambiente e Territorio della Camera: “Fondamentale la conferma del Ministro dell’Economia Padoan circa le intenzioni del Governo di voler procedere sulla via dell’Ecobonus e del credito di imposta per le ristrutturazioni. Si tratta di una misura anticiclica, che aiuta la ripresa e le famiglie, riducendo al contempo i consumi energetici e l’inquinamento, che è va stabilizzata nella Legge di Stabilità ed estesa anche alle imprese, al consolidamento antisismico e alla bonifica dell’amianto”.

Clicca qui se vuoi altre informazioni sui contenuti della Legge di stabilità 2017

Dal web


Dal web

Gli Speciali

28 Commenti

  1. Bene!La trovo una cosa positiva il prolungamento al 2017 degli eco bonus e ristrutturazione con le stesse percentuali”speriamo “.Ben vengano gli aiuti alle famiglie ITALIANE e no allo SPROFONDAMENTO!

  2. Speriamo che vengano prolungate le detrazioni fiscali riguardano le spese derivanti da lavori di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia della singola unità abitativa fino al 2017. Sicuramente sarebbe anche un buon segnale per l’edilizia.

  3. negli ultimi giorni si fa più insistente la voce che gli incentivi saranno mantenuti, anche se in forma ridotta.
    Si dovrebbe infatti tornare al 36% del valore per un tetto massimo di 48.000€.
    Naturalmente non è una cosa definitiva, speriamo bene non sia così.
    La crisi mi sembra tutt’altro che passata.

  4. Che senso ha portare le detrazioni da 10 a 5 anni aumentando il rischio di incapienza?

    Per una ristrutturazione completa e antisismica seria ed energetica con tetto e opere interne di una casa unifamiliare si possono spendere almeno 100.000 euro. Detrarre anche solo un 70% medio vuol dire 70.000 euro ovvero 14.000 euro di irpef all’anno. Quanti pagano in italia 14.000 euro di irpef/anno? Non certo quelli che spendono “solo” 100.000 euro per ristrutturare completamente un rustico! LA cosa intelligente era fa intervenire le banche per anticipare il bonus. E infatti ho detto: intelligente…

  5. Mi piacerebbe sapere cosa si intende per risanamento conservativo,io devo ristrutturare la cucina mettendo in ordine impanti elettrici e idraulici nonche piastrellare i muri.Potrei usufurire delle detrazioni anche sui mobili?

  6. Anch’io aspetto indicazioni sulla proroga del recupero del 50% sull’iva di abitazioni acquistate dal costruttore in classe A e sull’anno di tempo per vendere la propria abitazione principale beneficiando comunque della riduzione dell’IVA per la nuova abitazione acquistata.

  7. Il ripristino della riduzione da 10 a 5 anni dei tempi di rimborso per gli ultraottantenni non graverebbe certo molto sul bilancio dello Stato e nello stesso tempo consentirebbe a quei nonni “che hanno contribuito a salvare l’Italia dalla bancarotta” ad esempio ristrutturando una perte della propria casa per un figlio disoccupato che, non avendo reddito, non può godere della detrazione sull’IRPEF. La maggiornza dei nonni quasi certamente non sopravviverà ancora dieci anni e i figli resteranno anche in questo caso all’asciutto.

  8. Buongiorno.
    Visto che sembrerebbe rinnovato il Bonus mobili ed elettrodomestici per il 2017,
    se ho effettuato e finito il lavoro di ristrutturazione nel 2016 devo acquistare mobili ed elettrodomestici per forza nel 2016 per ottenere il bonus o posso reinviare al 2017 senza perderlo?
    Visto i costi sostenuti mi farebbe comodo reinviare ulteriori spese a metà 2017.
    Spero possiate consigliarmi.
    Grazie comunque.

  9. Ma nel bonus ristrutturazioni 2017 sono comprese anche le detrazioni (50%) IVA per l’acquisto di nuovi immobili in classe A/B e del costo box pertinenziale?

  10. Ma nel bonus ristrutturazioni 2017 sono comprese anche le detrazioni (50%) IVA per l’acquisto di nuovi immobili in classe A/B e del costo box pertinenziale?
    Rispondi

  11. Buongiorno chiedo se la detrazione al 75% per i lavori volti al miglioramento della prestazione energetica, sia invernale che estiva, è il caso di una nuova copertura realizzata con pannelli termo isolanti. E che dire a proposito dell’iva al 10% in caso di manutenzioni straordinarie? Sarà confermata?
    Grazie.

  12. Ho iniziato i lavori di ristrutturazione ad ottobre 2016 ed eseguito ad oggi alcuni pagamenti…finirò i lavori nel 2017 ed eseguiró dunque altri pagamenti x il saldo.
    Come funziona in questo caso il bonus per la detrazione fiscale?

Scrivi un commento