Saranno tempi duri quelli prossimi futuri, con i decreti correttivi che modificheranno in itinere il contenuto del Nuovo Codice Appalti. Nonostante le decise indicazioni di Cantone e di Delrio, in merito per esempio alla realizzazione dei bandi post 19 aprile, la situazione è operativamente un’altra cosa rispetto alle loro facili indicazioni. È un giungla di fili incrociati. L’entrata in vigore lo stesso giorno della pubblicazione in Gazzetta, l’assenza di un adeguato periodo transitorio e le discrepanze sulla data a partire dalla quale i bandi dovranno rispettare in Nuovo Codice sono problemi che cadono sul lavoro quotidiano degli operativi.

 

Regolamento Nuovo Codice Appalti: gli articoli abrogati

A complicare ulteriormente la loro situazione è l’abrogazione a singhiozzo per il D.P.R. n. 207/2010 (Regolamento). L’art. 217 (abrogazioni), lettera u) del Nuovo codice Appalti prevede l’abrogazione immediata delle parti del Regolamento e dei rispettivi allegati:
– dall’articolo 1 all’articolo 8 della Parte I;
– dall’articolo 11 al 13 della Parte II, Titolo I, Capo II;
– dall’articolo 44 al 59 della Parte II, Titolo II, Capo II ;
– dall’articolo 97 al 177 della Parte II, Titoli IV, V, VI, VII, VIII;
– dall’articolo 211 all’articolo 214 della Parte II, Titolo IX, Capo III;
– gli articoli 249 e 250 della Parte II, Titolo XI, Capo III;
– gli articoli 252 e 253 e dal 257 al 270 della Parte III;
– dall’articolo 271 al 342 della Parte IV, V;
– dall’articolo 357 al 359 della Parte VII.

In totale, sono 191 articoli abrogati da subito dal Nuovo Codice Appalti.

Leggi anche Nuovo Codice Appalti, 9 provvedimenti in vigore da subito

 

Regolamento Nuovo Codice Appalti: gli articoli ancora in vigore

Le altre parti del Regolamento resteranno in vigore fino alla data di entrata in vigore degli atti attuativi del d.lgs. n. 50/2016 che ancora non sono stati pubblicati. Del Regolamento n. 207/2010 sono ancora in vigore le seguenti parti e rispettivi allegati:
articoli 9 e 10 della Parte II Titolo I, Capo I
– dall’articolo 14 al 43 della Parte II, Titolo II, Capo I;
– dal 60 al 96 della Parte II, Titolo III, Capi I, II, III e IV;
– dal 178 al 210 della Parte II, Titolo IX, Capi I e II;
– dall’articolo 215 al 238 della Parte II, Titolo X, Capi I e II;
– dall’articolo 239 all’articolo 248 della Parte II, Titolo XI, Capi I e II;
– articoli 254, 255 e 256 della Parte III;
– dal 343 al 356 Parte VI, Titolo I e II.

Leggi anche Nuovo Codice Appalti, 5 provvedimenti in vigore a breve

 

Le 2 conseguenze della confusione sul Regolamento

Le conseguenze della confusione che si sta generando saranno due: 1) le amministrazioni ritirano i bandi pubblicati che non rispondono alla disciplina del Nuovo codice Appalti e li ripubllicano. Cioè rifanno un lavoro già fatto; 2) incorrono in contenziosi.

Il nuovo codice degli appalti e il professionista tecnico

Il nuovo codice degli appalti e il professionista tecnico

De Finis P., 2016, Maggioli Editore

Questo testo nasce a seguito della stesura del Nuovo Codice dei Contratti pubblicato nella
Gazzetta Ufficiale del 19 Aprile 2016.
Il Nuovo Codice apre le frontiere alla modernità della realizzazione dei contratti pubblici.
Ci sono attenzioni...

19,00 € 17,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento