Sono state comunicate le date per l’ Esame di Stato Geometri 2016: 25 – 28 ottobre 2016. La domanda di ammissione va presentata entro il 15 maggio 2016.

Alla sessione d’ esame di Stato Geometri 2016 sono ammessi i candidati Geometri in possesso del diploma di istruzione secondaria superiore di Geometra conseguito presso un Istituto Tecnico per Geometri statale, paritario o legalmente riconosciuto, ovvero in possesso del diploma afferente al settore “Tecnologico”, indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio” di cui al d.P.R. 15 marzo 2010, n. 88 citato in premessa che, alla data di presentazione della domanda:
– abbiano completato il tirocinio professionale della durata massima di 18 mesi
– abbiano completato, entro il 15 agosto 2012, il periodo di pratica biennale, presso un Geometra, un Architetto o un Ingegnere Civile, iscritti ai rispettivi Albi professionali da almeno un quinquennio
– abbiano completato, entro il 15 agosto 2012, il periodo almeno quinquennale di attività tecnica subordinata, anche al di fuori di uno studio professionale
– siano in possesso, oltre ad uno dei titoli di cui sopra, della certificazione di istruzione e formazione tecnica superiore
– siano in possesso, oltre ad uno dei titoli di cui sopra, del titolo rilasciato dagli Istituti Tecnici Superiori di cui al Capo II del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 25 gennaio 2008.

 

Devi preparare l’esame? Ecco due libri utili

Temi svolti  per geometri

Temi svolti per geometri

Giorgio Crescentini - Marco Crescentini - Pierdomenico Tani - Renzo Tani, 2015, Maggioli Editore

Grazie alle soluzioni di casi pratici ed i temi di esame delle sessioni precedenti il libro "Temi svolti per Geometri" si dimostra uno strumento indispensabile per esercitarsi ad affrontare le...

34,00 € 30,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

GUIDA ALLA PROFESSIONE DI GEOMETRA

Emilio Niglis De Lutiis, 2016, Maggioli Editore

Il manuale, utile supporto per la preparazione ottimale agli esami di Stato per l’abilitazione alla professione, è anche un utile strumento di consul- tazione per la pratica professionale, trattando le varie competenze del geometra...

39,00 € 35,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 Cliccando qui trovi tutti i libri sull’ esame di Stato geometri 2016

 

Alla sessione d’ esame di Stato Geometri 2016 sono ammessi anche i candidati Geometri Laureati in possesso di uno dei seguenti titoli in coerenza
con le corrispondenti sezioni:
– diploma universitario triennale
– laurea, di cui alle classi indicate dall’art. 55, comma 2, del d.P.R. n. 328/2001 e riportate nella tabella D, allegata alla presente ordinanza, comprensiva di un tirocinio di sei mesi

I candidati che al momento della presentazione della domanda di ammissione all’ esame di Stato Geometri 2016 non abbiano completato il tirocinio ma che comunque lo completeranno entro la data di inizio degli esami devono dichiarare nell’istanza medesima che produrranno l’attestato di compimento della pratica professionale prima dell’inizio dello svolgimento degli stessi.

Come preparare l’ esame di Stato geometri 2016?

 

Professione Geometra: la nuova edizione della Guida aggiornata

Le sedi degli esami

Sono sedi di esame gli Istituti Tecnici del settore “Tecnologico”, indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”, elencati nella tabella A allegata.

Come deve essere la domanda di ammissione?

I candidati all’ esame di Stato Geometri 2016 devono presentare, entro il termine perentorio di trenta giorni dal giorno di pubblicazione (15 aprile 2016) in Gazzetta Ufficiale delle date, domanda di ammissione agli esami, unitamente ai documenti di rito e redatta secondo le modalità stabilite dal successivo art. 5, soltanto all’Istituto, indicato nella Tabella A, ubicato nella Regione sede del Collegio competente ad attestare il possesso del requisito di ammissione.

Le domande, indirizzate al Dirigente Scolastico dell’istituto tecnico sede d’esame, devono però  essere inviate al Collegio provinciale di appartenenza che provvederà agli adempimenti previsti dall’art. 7 della presente ordinanza.

Le domande devono pervenire secondo una delle seguenti modalità:

a) a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento: fa fede il timbro dell’ufficio postale accettante, cui compete la spedizione;
b) a mano: fa fede l’apposita ricevuta che viene rilasciata agli interessati dai Collegi, redatta su carta intestata, recante la
firma dell’incaricato alla ricezione delle istanze, la data di presentazione ed il numero di protocollo;
c) tramite Posta Elettronica Certificata al Collegio competente: fa fede la stampa che documenta l’inoltro della PEC.

Non sono ammessi agli esami i candidati che abbiano spedito le domande con i documenti oltre il termine di scadenza stabilito.

La domanda di ammissione agli esami, datata, sottoscritta, con marca da bollo (euro 16,00) e corredata della documentazione indicata nel  successivo  art.  6,   deve essere redatta dai candidati mediante autocertificazione contenente la dicitura:

Il/la sottoscritto/a  ………………..,  consapevole  delle  sanzioni previste dal d.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, e che i dati  riportati dall’interessato/a assumono valore di  dichiarazioni  sostitutive  di certificazione rese  ai  sensi  dell’art.  46  e  47,  nonche’  delle conseguenze  di  carattere  amministrativo  e  penale   previste   al successivo art.  76  per  coloro  che  rilasciano  dichiarazioni  non corrispondenti a verità e falsità negli atti, dichiara

– il cognome e il nome;
– il luogo e la data di nascita;
– la residenza anagrafica e l’indirizzo al quale  desiderano  che vengano inviate eventuali comunicazioni relative agli esami;
– di non aver prodotto, per la sessione in corso  ed  a  pena  di esclusione  in  qualsiasi  momento  dagli  esami,  altra  domanda  di ammissione ad una diversa sede di esame;
– di essere iscritti nel registro dei praticanti, con indicazione del Collegio territoriale di appartenenza;
– di aver conseguito uno dei titoli indicati dall’art. 2, commi 1 e 2, della presente ordinanza, con precisa indicazione:

a. per i soli titoli  di  istruzione  secondaria  di  secondo grado: denominazione o indirizzo ed articolazione
b. per i soli titoli di laurea di cui all’art. 2,  comma  2, lettere A e B della presente ordinanza: denominazione
c. dell’istituto/ateneo sede d’esame
d. dell’anno scolastico/accademico di conseguimento
e. del voto riportato
f.  dell’istituto/ateneo che ha rilasciato il titolo se diverso da quello sede d’esame
g. della data del titolo di  aver  svolto  il  tirocinio  secondo  una  delle  modalita’ indicate dall’art. 2, comma 1 della presente ordinanza, lettere A,  B e C. Coloro che,  siano  in  possesso,  in  aggiunta  allo  specifico diploma richiesto dalla normativa  per  l’iscrizione  nei  rispettivi albi, di uno dei titoli di cui al precedente art. 2, comma 1, lettere D ed E, ovvero di uno dei titoli di cui all’art. 2, comma 2,  lettera B della presente ordinanza, dichiarano di aver svolto il tirocinio di cui all’art. 55, commi 1 e 3, del d.P.R. 5 giugno 2001, n. 328, anche espletato secondo le modalita’ indicate dall’art. 6, commi da 3 a  9, del d.P.R. 7 agosto 2012, n. 137.

Clicca qui per avere tutte le indicazioni relative a esame di stato geometri 2016.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. Salve, sono un neolaureato alla classe L-21 a Napoli e, non avendo il diploma di geometra ma seguendo le vostre indicazioni, potrei accedere all’esame di abilitazione per geometri, ma purtroppo al collegio dei geometri di Napoli mi hanno detto che questo non mi è possibile. Ho ragione io o loro?

Scrivi un commento