Quando il movimento terra si classifica come attività edilizia libera?

Le opere di movimento terra possono essere qualificate come attività edilizia libera? In alcuni casi specifici sì, come testimonia quanto si legge all’articolo 6 del Testo Unico per l’Edilizia e, precisamente, alla lettera d) del comma 1.

Se andiamo a leggere quanto riportato nel DPR n. 380/2001 (per l’appunto, il Testo Unico per l’edilizia), viene confermato che sono attività di edilizia libera «i movimenti di terra strettamente pertinenti all’esercizio dell’attività agricola e le pratiche agro-silvo-pastorali, compresi gli interventi su impianti idraulici agrari».

Ma a livello concreto, quali sono questi interventi? Un esempio arriva da una recentissima sentenza del Tribunale della giustizia amministrativa della Campania. I giudici della sezione di Napoli del TAR regionale hanno infatti citato questa norma del Testo Unico per qualificare alcune opere di ingegneria naturalistica consistenti nella posa di pali di legno e tavole in legno a sostegno e contenimento di una siepe lunga circa 4 metri e di altezza 1,20 metri, con piantumazione di alberi di arancio.

In base alla decisione dei giudici, contenuta nella sentenza n. 1839 dello scorso 14 aprile 2016, un’attività di tal genere si configura come un intervento di manutenzione ordinaria «che non comporta l’alterazione permanente dello stato dei luoghi, ovvero di interventi inerenti l’esercizio dell’attività agro-silvo-pastorale».

Si tratta di uno dei tanti casi in cui il confine tra attività ordinaria (e quindi libera) e straordinaria (che dunque richiede il rilascio preventivo di un’autorizzazione da parte del Comune) è molto sottile.

Per una panoramica completa sull’attività edilizia libera (compresi anche esempi di attività agricola rientranti in detta categoria) la nostra Redazione ricorda che è stato pubblicato di recente  il nuovo ebook di Ediltecnico dedicato a questo tema con decine e decine di casi analizzati di attività edilizia libera.

La  guida ai lavori edilizi che non richiedono permessi contiene anche ampi riferimenti normativi statali e regionali, esempi concreti e richiami giurisprudenziali.

L’attività edilizia libera

L’attività edilizia libera

Antonella Mafrica, Mario Petrulli, 2016, Maggioli Editore

La guida in PDF è suddivisa in capitoli tematici, ognuno dei quali affronta un gruppo di interventi caratterizzati dal fatto di essere sottoposti alla medesima disciplina: quelli liberamenti eseguibili, quelli subordinati alla comunicazione inizio lavori (CIL)...

9,90 € 8,91 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Nella stessa collana segnaliamo anche l’essenziale guida ai permessi per gli interventi edilizi per le opere amovibili per l’outdoor: un vero e proprio vademecum per orientarsi nella giungla dei permessi e delle autorizzazioni per la costruzione di strutture da esterni come le pergole, i pergolati, le verande, i gazebo, le pavimentazioni, i box auto e tante altre strutture ancora.

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf

Gli interventi edilizi per le opere precarie da esterni - Ebook in pdf

M. Petrulli, A. Mafrica, 2016, Maggioli Editore

Utilizzare al meglio gli spazi esterni è una legittima aspirazione di ogni proprietario e, normalmente, ciò
avviene tramite l’installazione di strutture leggere idonee allo scopo: pergolati, tettoie, gazebi ed altri elementi
di arredo.
Ma...

12,90 € 11,61 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento