Approfittando della collaborazione tra Maggioli Editore e SAIE 2016 per la realizzazione del Rigenera Tour, ho incontrato il Dott. Sansone, Direttore Commerciale di Bologna Fiere, e l’abbiamo intervistato a proposito del ruolo che SAIE ha e avrà nel panorama italiano dell’edilizia.

1. Dott. Sansone, quali sono i temi su cui scommette il SAIE 2016?

Innovazione, formazione altamente qualificata e presenze internazionali per una piattaforma che si svilupperà su percorsi integrati:

Building&Construction, dedicato alla riqualificazione dell’ambiente costruito e dell’edilizia, un settore che cambia verso la sostenibilità con l’innovazione e le nuove tecnologie digitali.
H2O, luogo di incontro sulle tecnologie per il trasporto e la distribuzione di acqua e gas.
Ambiente Lavoro, unico evento in Italia sulla salute e sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.
Expo Tunnel, il salone italiano dedicato alle grandi opere e alle tecnologie del sottosuolo.
All Digital Smart Building, tecnologie per l’edificio intelligente.

E infine, ma non per questo meno importante, SMART City Exhibition, un evento che stiamo riprogettando il cui focus è il futuro delle città. Sul lato dei buyers internazionali da portare a SAIE 2016 ci stiamo focalizzando sull’Iran, anche grazie ad un accordo che abbiamo firmato con la principale fiera di Teheran e che prevede una presenza importante al SAIE, nonché sui buyers collegati ad EXPO 2020 Dubai.

 

(Leggi anche l’intervista a Norbert Lantschner: Triple Zero, che responsabilità hanno i professionisti tecnici?)

 

2. Quale sarà la sfida più grande che SAIE dovrà vincere per fare in modo che le aziende e tutti gli attori del mondo dell’edilizia entrino, nel contesto della fiera. in contatto diretto con il mercato in modo efficace?

Nel periodo 2014-2020 la EU stanzia  51,8 miliardi di euro di fondi strutturali di cui, secondo le stime Ance, circa 15,2 miliardi sono in grado di attivare la domanda edilizia. A questi si aggiungono i finanziamenti per Scuole (860 milioni), Territorio e Città Metropolitane (oltre 1300 milioni) di #italiasicura e gli investimenti di Horizon2020 su ricerca tecnologica e innovazione nel costruito (3400 milioni).

La sfida di Saie sarà quella di mettere in contatto le aziende espositrici di SAIE 2016 con chi sta progettando e costruendo progetti che utilizzeranno i canali finanziari dei fondi strutturali, dei finanziamenti nazionali e dei finanziamenti europei per interventi di riqualificazione energetica e del territorio. SAIE sarà per chi vuole:

Progettare, riqualificare e costruire edifici con le tecnologie innovative che il mercato, sia italiano che internazionale, attende.
Trovare tecnologie dove sostenibilità ed efficienza energetica si integreranno per far dialogare tra loro progettisti, pubblica amministrazione, imprese, artigiani, installatori e distribuzione commerciale.
– Aggiornamento professionale, formazione e innovazione tecnologica.

 

(Leggi anche l’intervista all’Arch. Rossetti dello IUAV: Edilizia scolastica, che cosa vuol dire innovazione?)

 

3. Cosa manca all’Italia per ripartire davvero dopo la crisi?

Nomisma ha costruito con SAIE un documento aperto e proporre una logica da ‘cercatori’ per esplorare insieme al mercato, agli operatori, alle istituzioni delle vie credibili al rinnovamento urbano. Ne è nato un documento, che qui viene riproposto a tutti gli operatori del settore, che individua cinque solchi su cui maturare un pensiero condiviso, aperto alla discussione anche sui canali social di SAIE.

Marco Marcatili di Nomisma ha sottolineato “La crisi strutturale del mercato immobiliare ha posto con urgenza il tema del ripensamento dei paradigmi di sviluppo del settore. In questa prospettiva, parlare di riuso e riqualificazione del patrimonio pubblico e privato italiano significa non solo introiettare il paradigma emergente nell’analisi del settore, ma soprattutto tracciare i confini quantitativi e di policy dello sviluppo del real estate nei prossimi decenni. Naturalmente sotto il cappello del “ri-uso” sono compresi fenomeni e tendenze molto diverse: dai processi di efficientamento energetico del patrimonio residenziale privato alla riqualificazione di interi quartieri, dalla ristrutturazione delle singole unità abitative al recupero di aree dismesse”.

www.saie.bolognafiere.it

Tutte le info sul Rigenera Tour

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento