A CremonaFiere una mostra-convegno per presentare tutte le opportunità che la Bioeconomia offre all’agricoltura e all’industria alimentare. Dal 20 al 22 aprile 2016 Bioeconomia, Chimica verde, Agricoltura sostenibile e Food Waste Management protagoniste di BioEnergy a CremonaFiere.

IMG_1514

L’Italia è al terzo posto in Europa per valore prodotto da attività che fanno riferimento alla bioeconomia; un settore che in Italia vale 241 miliardi di euro e occupa 1,6 milioni di persone; i margini di sviluppo del settore sono molti, soprattutto se si considerano l’agricoltura e l’industria alimentare. In Lombardia sono attive 60mila aziende che operano nella produzione agricola e nella trasformazione ed in Emilia Romagna il settore dà lavoro a 133.000 addetti.

Cremona si trova proprio nel cuore della produzione agricola, zootecnica ed agroalimentare italiana, qui si trova l’ambiente più adatto, le imprese più dinamiche ed attente alle innovazioni per sviluppare soluzioni nell’ambito della produzione di energia da fonti rinnovabili, della chimica verde e della gestione dei sottoprodotti dell’industria alimentare. CremonaFiere propone tre Saloni in un unico appuntamento per presentare le diverse opportunità per cui sviluppare business nella bioeconomia: BioEnergy Italy; Green Chemistry Conference and Exhibition e Food Waste Management Conference

BioEnergy Italy, organizzata in collaborazione con Dlg International organizzatore della più grande Manifestazione al mondo dedicata al biogas, è il Salone in cui è possibile incontrare i proprietari di impianti di biogas già in opera (solo a Cremona se ne contano oltre 150, record italiano), oltre agli operatori del settore delle energie rinnovabili, agli agricoltori, allevatori e rappresentati dell’industria alimentare che intendono entrare nel settore. Il Biogas in Italia è un settore in salute, lo dimostrano i numeri: 1.300 impianti per una potenza installata di 1.000 Mwe; 7.400 Gwh di produzione di energia elettrica; investimenti per 4,5 miliardi di euro negli ultimi 5 anni; 12mila nuovi posti di lavoro altamente specializzati dal 2010 ad oggi. Questi numeri confermano che l’Italia è il 2° mercato in Europa con 994 impianti per una potenza complessiva di 750 MW di energia (fonte: GSE), già installati e con i più alti incentivi statali. Tutti questi impianti necessitano di assistenza specializzata, di manutenzione ordinaria e di ricambi.

Green Chemistry Conference and Exhibition, realizzato in collaborazione con Legambiente e Chimica Verde Bionet, è il Salone che presenta le innovazioni, le novità tecnologiche, normative, e i nuovi prodotti della chimica verde. Sono molte le connessioni tra chimica verde, agricoltura, e industria alimentare: a Cremona queste 3 componenti si trovano e si confrontano, dando vita a innovative soluzioni e collaborazioni. Le filiere della chimica verde coinvolgono settori molto diversi tra loro, legati tuttavia da produzioni biobased: biolubrificanti, bioplastiche, coloranti naturali, biocosmesi e detergenza, fibre naturali e molecole bioattive.

IMG_1568

Food Waste Management Conference, realizzato in collaborazione oltre che con Legambiente e Chimica Verde Bionet anche con AITA (Associazione Italiana Tecnologi Alimentari) è il Salone dedicato alla gestione degli sprechi e dei sottoprodotti dell’agricoltura e dell’industria agroalimentare, che mette in mostra le migliori esperienze ed innovazioni nel campo del recupero, del trattamento, e del reimpiego dei residui di lavorazione.

Programma eventi

Uno dei punti di forza di BioEnergy Italy, Green Chemistry Conference and Exhibition, e Food Waste Management Conference è il ricco programma di convegni, seminari, premi (Premio Chimica Verde Bionet – Premio Best Practices – Premio Tesi di Laurea e Dottorato) e workshop che, per i temi trattati, coinvolgono in modo trasversale tutti gli operatori delle diverse filiere interessate. Un programma innovativo che in questa edizione affronterà temi di grande attualità, tra cui: bioenergie innovative; utilizzo dei sottoprodotti agricoli e dell’industria alimentare; fine ciclo di vita dei prodotti; formazione e nuove professioni; imballaggi innovativi e monouso; bioplastiche e combustibili.

Per ottenere un biglietto omaggio, clicca qui

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento