Contabilizzazione del calore

Il d.lgs. 102/2014 ha imposto il 31-12-2016 come data ultima per l’implementazione negli impianti di riscaldamento centralizzato della contabilizzazione del calore. Direttiva europea (27/2012/EU) e decreto italiano prediligono la contabilizzazione diretta, che si attua mediante l’installazione di contatori di calore per ogni singola unità immobiliare.

Recita infatti il decreto: “Nei condomìni e negli edifici polifunzionali riforniti da una fonte di riscaldamento o raffreddamento centralizzata o da una rete di teleriscaldamento o da un sistema di fornitura centralizzato che alimenta una pluralità di edifici, è  obbligatoria l’installazione entro il 31 dicembre 2016 di contatori individuali per misurare l’effettivo consumo di calore o di raffreddamento o di acqua calda per ciascuna unità immobiliare, nella misura in cui sia tecnicamente  possibile, efficiente in termini di costi e proporzionato rispetto ai risparmi energetici potenziali“.

Solo nei casi in cui l’installazione dei contacalorie singoli non sia tecnicamente possibile o efficiente, il decreto prevede l’installazione di sistemi di contabilizzazione del calore indiretta, nella maggior parte dei casi identificabili con i ripartitori (anche se trattasi di strumenti adatti solo a radiatori e termoconvettori).

 

Gli adempimenti del decreto

Rispettare gli adempimenti del decreto legislativo n. 102/2014 non significa solo provvedere all’installazione dei ripartitori per il conteggio del calore consumato da ciascuna unità immobiliare. In realtà sono diverse le figure professionali coinvolte nel processo, a partire dall’amministratore di condominio. Ma non solo: anche l’assemblea condominiale è chiamata a pronunciarsi in merito.

Per una panoramica degli adempimenti da rispettare leggi l’articolo Contabilizzazione del calore: chi fa cosa, che esamina obblighi di:
– amministratore di condominio,
– assemblea,
– progettista termotecnico,
– azienda incaricata dell’intervento e manutentore dell’impianto.

Per sapere, invece, chi deve adeguarsi alle norme inserite nel decreto legislativo n. 102/2014 leggi chi deve adeguarsi. L’articolo è di Roberto Colombo, direttore scientifico del Tour.

Questi temi, e tutti gli altri legati alla contabilizzazione del calore, stiamo organizzando questo tour. Di seguito il programma delle giornata.

Programma del tour sulla contabilizzazione del calore

La contabilizzazione e la termoregolazione del calore e dell’acqua
Nuovi obblighi di legge e soluzioni per l’efficienza energetica

09:00 Registrazione dei partecipanti
09:30 Saluti istituzionali da parte degli ordini professionali patrocinanti
09.45 Introduzione – Roberto Colombo

10:00 Direttiva europea 27/2012 e D.Lgs. 102/14:
L’importanza del progetto – Ing. P.Tkalez

11:00 La contabilizzazione indiretta del calore – Roberto Colombo
11:30 La termoregolazione e il bilanciamento – Luca Biliero
12:00 Il cloud al servizio della contabilizzazione per un monitoraggio continuo e per la consapevolezza dei consumi – David Pazzaglia
12:30 Dibattito con il pubblico coordinato da Roberto Colombo
13:00 Fine della mattinata di lavori.

Buffet offerto a chi parteciperà al dibattito pomeridiano

14.00 – 16.00 Incontri one-to-one aziende-partecipanti

 

Date del tour sulla contabilizzazione del calore

– Genova 3 maggio 2016 (iscriviti)
– Padova 11 maggio 2016  (iscriviti)
– Milano 18 maggio 2016  (iscriviti)

 

Iscriviti al tour sulla contabilizzazione del calore cliccando sulle relative voci delle singole tappe.

 

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

  1. Se l’assemblea condominiale ha approvato con solo 460/1000 l’attuazione del disposto d.lgs. 102/2014 cosa possono fare i condomini impossibilitati ad adeguarsi alla norma?
    Trattandosi di efficienza energetica può essere valida la maggioranza di 1/3 cioè 334/1000 per considerare valida la delibera? Grazie.

Scrivi un commento