Maggioli Editore


Il Nuovo Codice Appalti elimina la concorrenza per il 45% delle gare

Costruzioni

Nel nuovo Codice Appalti l’articolo 36 ammette la procedura negoziata, e quindi la procedura che garantisce la concorrenza, solo per:
- le gare di progettazione appaltate dalle Amministrazioni centrali fino a 135 mila euro
- quelle fino a 209 mila euro bandite dalle altre Amministrazioni.

Sono importi molto elevati, che sottraggono alla concorrenza molte gare. In base al nuovo Codice Appalti la scelta del vincitore con la procedura negoziata dovrebbe avvenire “previa consultazione di almeno tre operatori”, mentre nel vecchio Codice Appalti era prevista la consultazione di almeno cinque operatori.

Secondo il Nuovo Codice Appalti, gli operatori andranno individuati sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi, “nel rispetto di un criterio di rotazione degli inviti”. Il 45% (in valore) del mercato attuale degli affidamenti di progettazioni sarà sottratto a una vera concorrenza.

Leggi Novità del Codice Appalti: cosa cambia sul massimo ribasso

Sempre l’articolo 93 del nuovo Codice Appalti detta regole sulle garanzie per la partecipazione alle procedure di gara: tra queste c’è la cauzione, la garanzia provvisoria pari al 2% del prezzo del bando. La reintroduzione della cauzione rischia di essere un duro colpo, non tanto per le società quanto per i soggetti più piccoli. Non si è parlato poi del problema dei requisiti per l’accesso alle gare di progettazione. Dubbio: il nuovo Codice Appalti ripropone un assetto in cui i piccoli professionisti hanno difficoltà ad accedere ai bandi?

Settimana prossima inizia l’esame del nuovo Codice Appalti da parte delle Commissioni di Camera e Senato. Questa settimana sono in via di preparazione i dossier di documentazione per le stesse Commissioni parlamentari.

 

Codice Appalti, analisi: le novità per i progettisti

Nuovo Codice Appalti, 5 colpi duri per i progettisti

Nuovo Codice Appalti: tutte le tegole sui professionisti

Qui trovi il testo del nuovo Codice Appalti su cui devono mettersi al lavoro lavorare le Commissioni.


Articolo pubblicato il 10/03/2016 in APPALTI
Tags

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Archivio

Ultimi Articoli


tutti gli articoli in primo piano della redazione di Ediltecnico.it

Video dal Web

Il Canale YouTube dei Progettisti seleziona i migliori video dalla rete: interviste, novità, prodotti e tecnologie per i Professionisti Tecnici

Con il cambio caldaia arriva il Bonus Mobili: la video analisi

News dal Network Tecnico




Colophon e ContattiPubblicità su questo sitoTermini e CondizioniElenco dei BloggerLink UtiliMappa del sito