Maggioli Editore


Novità del Codice Appalti su contraente generale e conflitto d’interesse

Competenze ingegneri

Giovedi il Consiglio dei Ministri ha approvato il testo del Nuovo Codice Appalti: l’Italia recepisce così le direttive Ue 23, 24 e 25 del 2014 in materia di appalti. Il percorso del nuovo Codice Appalti non è finito qui: non dovrebbero esserci sconvolgimenti sul testo ma il nuovo Codice Appalti deve passare dal Consiglio di Stato, dalle commissioni parlamentari, dalla bollinatura e dalla firma del Capo dello Stato. La delega scade il 18 aprile e servono esattamente 45 giorni per concludere questo lungo iter. Il Codice Appalti entra in vigore il 18 aprile e si applica da quello stesso giorno.

Clicca qui per leggere il testo del Codice Appalti approvato il 3 marzo in CdM.

 

Nuovo Codice Appalti: il contraente generale

All’interno del Nuovo Codice Appalti, una sezione notevole è dedicata al contraente generale. Con il contratto di affidamento unitario al contraente generale succede che il soggetto aggiudicatore affida a un soggetto (dotato di adeguata esperienza e qualificazione nella costruzione di opere nonché di adeguata capacità organizzativa, tecnico-realizzativa e finanziaria) la realizzazione con qualsiasi mezzo dell’opera, nel rispetto delle esigenze specificate nel progetto, che è stato redatto dal soggetto aggiudicatore ed è stato posto a base di gara.

Tale affidamento avviene a fronte di un corrispettivo pagato in tutto o in parte dopo l’ultimazione dei lavori.

Negli appalti pubblici di lavori aggiudicati con la formula del contraente generale, il contraente generale (o un soggetto a lui collegato) non può svolgere i compiti di responsabile unico del procedimento o direttore dei lavori.

Grande novità del nuovo Codice Appalti riguarda il conflitto d’interesse. Il conflitto d’interesse si ha quando il personale di una stazione appaltante o di un prestatore di servizi che interviene nello svolgimento della procedura di aggiudicazione degli appalti e delle concessioni o può influenzarne il risultato, ha (direttamente o indirettamente) un interesse finanziario, economico o altro interesse personale che può renderlo non imparziale e indipendente nel contesto della procedura di appalto o di concessione.

Leggi Le novità del Codice Appalti sui Concorsi di progettazione e i Requisiti per le Gare

Leggi Novità del Codice Appalti: obbligo di pagamenti diretti ai subappaltatori

Per un’analisi veloce di tutte le novità del Codice Appalti clicca qui


Articolo pubblicato il 7/03/2016 in EDILIZIA
Tags

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Archivio

Ultimi Articoli


tutti gli articoli in primo piano della redazione di Ediltecnico.it

Video dal Web

Il Canale YouTube dei Progettisti seleziona i migliori video dalla rete: interviste, novità, prodotti e tecnologie per i Professionisti Tecnici

Con il cambio caldaia arriva il Bonus Mobili: la video analisi

News dal Network Tecnico




Colophon e ContattiPubblicità su questo sitoTermini e CondizioniElenco dei BloggerLink UtiliMappa del sito