Maggioli Editore


Acquisto prima casa, come usufruire dell’IVA Agevolata al 4%

Un esempio di applicazione del Cappotto Corazzato Wall System

Per poter usufruire delle aliquote ridotte dell’IVA agevolata al 4% in edilizia per l’acquisto prima casa occorre presentare una dichiarazione specifica.

Per ottenere l’agevolazione occorre però essere in possesso di requisiti di carattere soggettivo e di carattere oggettivo.

 

Iva agevolata prima casa: i requisiti soggettivi necessari

Tra i requisiti soggettivi c’è residenza. Per godere del regime di IVA agevolata al 4% si deve considerare che l’immobile sia ubicato nel comune in cui l’acquirente abbia o stabilisca, entro 18 mesi dall’acquisto, la propria residenza.

L’acquisto di un appartamento da adibire ad abitazione principale da parte di un coniuge che si trovi in regime di comunione di beni fa sì che l’agevolazione “prima casa” competa nella misura del 50% qualora l’altro coniuge non sia in possesso dei requisiti previsti per l’agevolazione.

Dunque, nell’ipotesi che uno dei due coniugi (in regime di comunione dei beni) possegga i requisiti soggettivi per godere dell’IVA agevolata al 4%, questa aliquota sarà applicata nella misura del 50%.

L’IVA agevolata al 4% per l’acquisto della prima casa compete anche quando c’è una situazione di comproprietà con altri soggetti diversi dal coniuge. L’agevolazione spetta anche all’acquirente o ai coniugi titolari del diritto di nuda proprietà su altra casa di abitazione situata nello stesso comune in cui si trova l’immobile che viene acquistato.

L’agevolazione prima casa spetta anche se il bene viene acquistato da un minore non emancipato o da altri incapaci, in presenza di tutti i requisiti previsti, compreso quello della residenza.

 

Iva agevolata prima casa: i requisiti oggettivi necessari

I requisiti oggettivi per godere dell’IVA agevolata al 4% sono i seguenti:

1. Immobile non si lusso

La casa di abitazione oggetto di acquisto non deve presentare caratteristiche di lusso, secondo i criteri indicati nel decreto 2 agosto 1969 (per esempio, la presenza di una piscina di almeno 80 mq di superficie o campi da tennis con sottofondo drenato di superficie non inferiore a 650 mq).

2. Novità del beneficio dell’agevolazione Prima Casa

Per beneficiare dell’aliquota IVA ridotta al 4% per l’acquisto della prima casa, occorre dichiarare di “… non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale su tutto il territorio nazionale dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata dallo stesso soggetto o dal coniuge con le agevolazioni di cui al presente articolo …”.

Nel caso di acquisto ripetuto di quote dello stesso immobile, l’IVA agevolata al 4% si applica se ci sono ricorrano gli altri requisiti soggettivi e oggettivi previsti dalla legge (circolare Agenzia delle Entrate n. 38/2005).

Scarica il modello generale per la dichiarazione IVA agevolata (valido per tutti i casi, barrando le opzioni specifiche)


Articolo pubblicato il 2/03/2016 in EDILIZIA
Tags

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Archivio

Ultimi Articoli


tutti gli articoli in primo piano della redazione di Ediltecnico.it

Video dal Web

Il Canale YouTube dei Progettisti seleziona i migliori video dalla rete: interviste, novità, prodotti e tecnologie per i Professionisti Tecnici

Bonus fiscali per i condomini minimi: OK anche senza Codice Fiscale

News dal Network Tecnico




Colophon e ContattiPubblicità su questo sitoTermini e CondizioniElenco dei BloggerLink UtiliMappa del sito