Bando ISI 2015

Il Bando ISI 2015 di INAIL concede un contributo a fondo perduto pari al 65% delle spese ammesse e sino ad un massimo di € 130.000,00. Per poter presentare la domanda è necessario iscriversi sul portale INAIL nella sezione dedicata al Bando e richiedere le relative credenziali di accesso (user e password).

Dal 1° marzo 2016, tutte le imprese in possesso delle credenziali di accesso potranno accedere alla piattaforma INAIL ed inserire la propria domanda. Si ricorda che le misure agevolabili sono complessivamente tre: investimento, modelli organizzativi e responsabilità sociale e bonifica amianto. L’utente dovrà quindi selezionare una delle opzioni indicate e procedere con la compilazione della domanda.

In fase di compilazione verranno richieste una serie di informazioni di carattere anagrafico, ad esempio:
– Ragione sociale e sede;
– Riferimenti di contatto (telefono e mail PEC);
– Dati di bilancio (fatturato e stato patrimoniale);
– Dati bancari;
– Dati legale rappresentante;
– Dati unità produttive.

Leggi anche l’articolo INAIL, Bando ISI 2015: i requisiti da rispettare per partecipare.

Completate tutte le informazioni di carattere anagrafico si passerà alla fase di compilazione dei dati di progetto, in questa fase verrà richiesto di indicare il costo dell’intervento, il contributo spettante, la descrizione dell’intervento e una serie di altre informazioni dipendenti dalla misura selezionata.

Una volta terminato l’inserimento di tutti i dati richiesti, il sistema calcola il relativo punteggio di progetto che dovrà essere pari o superiore a 120 punti per essere ammessi alla fase successiva.

La fase di compilazione delle domande sarà disponibile sulla piattaforma INAIL sino alle ore 18.00 del 5 maggio 2016, dopo questa data non sarà possibile né inserire nuove domande e né modificare le domande inserite.

Dal 12 maggio 2016 le imprese che hanno inserito la domanda nei tempi stabiliti dal bando e raggiunto il punteggio soglia richiesto, potranno accedere nuovamente alla piattaforma INAIL e scaricare il proprio codice identificativo.

Tale codice identificherà la domanda in maniera univoca e dovrà essere tramesso all’INAIL nelle modalità e tempistiche che verranno definite nei prossimi mesi dall’Ente, nell’allegato “Regole tecniche”. La graduatoria delle domande ammesse a seconda dell’ordine cronologico di invio verrà pubblicata sul sito INAIL entro 7 giorni dal Click Day.

Per maggiori info consulta il sito jpmservice.it.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento