Progettare nel tempo

Si terrà a Padova il prossimo 11 febbraio il seminario a partecipazione gratuita targato Maggioli Editore intitolato “Progettare nel tempo”: un’indagine del rapporto tra temporalità e architettura, una ricerca del legame concreto tra mondo del lavoro e professione della progettazione, legame che si nutre di teoria e di pratica. Al centro dell’indagine le plurime articolazioni esistenti tra universo della costruzione, Bauwelt e durabilità.

L’evento formativo è accreditato presso l’Ordine degli Ingegneri di Padova (4 CFP) ed è in fase di accreditamento presso l’Ordine degli Architetti di Padova e vede come curatore scientifico il professor Fabrizio Arrigoni, Professore Associato di Composizione Architettonica e Urbana presso il DIDA Dipartimento di Architettura all’Università di Firenze.

L’architettura – spiega infatti il Direttore scientifico del convegno, Fabrizio Arrigoni – è congegno temporale secondo due direzioni. Una prima fa cenno a quell’insieme di conoscenze ed espressività, bisogni e desideri che hanno dato origine alla costruzione e che essa – nel suo trascorrere – consegna ed affida alle generazioni successive. L’architettura è, nella generalità dei casi, destinata all’anacronismo ed alla sopravvivenza tenace e dunque a un meccanismo di condensazione dei portati disciplinari e culturali – in guisa di un palinsesto che nel suo lento stratificarsi acquista senso e densità concettuale – in ciò la breve eternità delle opere d’arte. Vorrei suggerire anche l’enigmaticità inerente a tale processo di emancipazione dai vincoli storici, o di epoca, che hanno prodotto l’opera e che sovente viene del tutto non interrogata a favore di una ermeneutica eccessivamente positiva quando non schiettamente ingenua”.

Nel corso del seminario (della durata di mezza giornata, dalle ore 9 alle 13,30) si alterneranno 3 “lectures” svolte secondo un comune canovaccio costituito da una introduzione di carattere generale a cui seguirà la presentazione di uno o più casi studio specifici: “Un teatro fatto di historiae e attese”, a cura del Prof. Arch. Fabrizio Arrigoni, “Architettura: luogo, tempo, terra, luce, silenzio”, a cura del Prof. Arch. Paolo Zermani, e “Riḍwān, centro culturale islamico a Firenze. Eredità e traduzione” degli architetti Diego Collini e Matteo Cecconi.

Alle “lectures” seguirà la descrizione di alcuni casi di studio in materia: “Recuperare innovando, Villa storica sulle colline del Prosecco” dello Studio Zara + Zardet e “Aeroporto Marco Polo di Venezia” dell’Arch. Ruben Verdi. Infine verranno definiti alcuni interessanti elementi di approfondimento tecnico elaborati da esperti architetti ed ingegneri: tra di essi vanno segnalati “Progettare il valore nel tempo”, a cura dell’Ing. Michele Destro e “Costruire in laterizio oggi”, a cura dell’Ing. Enrico Lanconelli.

L’evento si svolgerà giovedì 11 febbraio dalle ore 9 alle ore 13,30 presso il Centro conferenze “Alla Stanga”, in Piazza Zanellato 21, Padova. La partecipazione gratuita garantita fino ad esaurimento posti. Per maggiori info consulta il sito di Maggioli Formazione.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento