Maggioli Editore


Rigenerazione urbana: a Oslo, interazione qualitativa con le strutture esistenti

ed_shla_urban_oslo_web

Eureka Kvarteret diventerà l’icona unificatrice del comparto urbano nella zona di Skøyen, nel centro di Oslo: protagonista del progetto di rigenerazione urbana un nuovo skyline e l’amalgama delle eterogeneità dell’impianto urbano esistente e collegamento con il fiordo di Oslo.

A vincere il concorso internazionale è stato lo studio schmidt hammer lassen architects: un masterplan di 87.000 metri quadri. Il progetto comprende un hotel e un centro conferenze, housing, bar e spazi commerciali, uffici e un centro di accoglienza diurno in grado di evocare un forte senso di comunità.

ed shla urban oslo 01 Rigenerazione urbana: a Oslo, interazione qualitativa con le strutture esistenti

Il progetto si basa su un’interazione qualitativa con le strutture esistenti; l’espansione proposta dal progetto avverrà gradualmente attraverso diverse fasi, al fine di creare un terreno fertile per la “vita tra gli edifici”. Il quartiere si aprirà agli abitanti a partire dalla prima fase di realizzazione attraverso un forte impegno locale e la creazione di consapevolezza di questo nuovo panorama urbano tra i cittadini.

La rete viaria è definita dalla strada principale collegata alla città nelle direzioni nord-sud ed est-ovest. Questa rete stradale divide il sito in cinque isolati chiaramente leggibili. All’interno di questi blocchi un grattacielo ed edifici a struttura aperta generano passaggi interni, scorciatoie e passeggiate, creando un ulteriore livello nella gerarchia spaziale dei percorsi. La flessibilità del masterplan lo rende adattabile a future modifiche nelle destinazioni d’uso e nelle funzioni.ed shla urban oslo 05 Rigenerazione urbana: a Oslo, interazione qualitativa con le strutture esistenti

Il sito di Skøyen collega il quartiere con il paesaggio naturale. Il nuovo quartiere unificherà la strada principale di Hoff, Sofienlund fino a Karenslyst e Bestumkilen, attraverso uno scenario urbano aperto, collegando la zona con i principali nodi di trasporto.


Articolo pubblicato il 30/12/2015 in ARCHITETTURA
Tags

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>



Archivio

Ultimi Articoli


tutti gli articoli in primo piano della redazione di Ediltecnico.it

Video dal Web

Il Canale YouTube dei Progettisti seleziona i migliori video dalla rete: interviste, novità, prodotti e tecnologie per i Professionisti Tecnici

Box doccia al posto della vasca da bagno: posso detrarre?

News dal Network Tecnico




Colophon e ContattiPubblicità su questo sitoTermini e CondizioniElenco dei BloggerLink UtiliMappa del sito