Ancora novità a favore dell’efficienza energetica: tra le ultime novità della Legge di stabilità (l’emendamento è già stato approvato) c’è il nuovo ecobonus detrazione fiscale 65% per le spese sostenute per acquisto e installazione di dispositivi per il controllo a distanza impianti di riscaldamento, caldaie e impianti di climatizzazione. Non solo per gli gli impianti di riscaldamento quindi. Le risorse stanziate saranno di 2 milioni di euro annui dal 2016. Dopo le novità (negative per chi non segue le regole) per la mancata manutenzione delle caldaie, ne arrivano altre (positive, per chi acquista) sull’installazione dei dispositivi di controllo a distanza (anche) delle caldaie.

Ricordiamo a questo proposito che per tutto il 2016 sarà ancora possibile usufruire del bonus ristrutturazioni edilizie e del Bonus Mobili: le detrazioni fiscali sono del 65% per i lavori di ristrutturazione edilizia (tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione resta fissata a 96.000 euro) e del 50% per il bonus mobili.

In un rapido punto della situazione, possiamo dire che le detrazioni al 65% valgono per:
– le spese di sostituzione di porte e finestre;
– per installare nuovi climatizzatori e caldaie, pannelli solari per la produzione di acqua calda;
– per realizzare coperture, pavimenti ;
– per altri interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti;
– per lavori di adeguamento antisismico della prima casa e delle attività produttive che ricadono nelle zone sismiche più pericolose;
– per la rimozione dell’amianto e le schermature solari;
– per gli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica e per gli ex Iacp.

Per le semplici ristrutturazioni, il bonus fiscale scende al 50%.
Sarà possibile usufruire delle agevolazioni fiscali anche nel caso in cui si cambia abitazione, acquistandone una nuova dopo aver già fruito di sgravi tributari precedentemente: nel momento in cui si decide di cambiare casa comprandone una nuova può usufruire degli sconti fiscali solo se l’altro immobile viene venduto entro un anno dal rogito.

Scarica la Guida gratuita di Ediltecnico per la ristrutturazione ed Ecobonus.

Veniamo al Bonus Mobili: un riassunto veloce anche per lui. Destinato anche alle giovani coppie per le quali varrà un limite di spesa che passa da 8mila a 16mila euro. Lo sgravio Irpef è del 50% su un limite di spesa di 10.000 euro per i mobili acquistati per un’abitazione in ristrutturazione.

Il Bonus Mobili vale per:
– l’acquisto di letti, materassi, armadi, comodini, scrivanie, tavoli, sedie, poltrone, divani, credenze;
– per l’acquisto di elettrodomestici esclusivamente di classe A + o superiore, come frigoriferi, congelatori, forni a microonde, lavatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento e apparecchi per il condizionamento.

Torniamo quindi a bomba e ribadiamo, come già detto in apertura di articolo, che  il nuovo ecobonus per le spese sostenute per l’acquisto e l’installazione di dispositivi multimediali per il controllo a distanza impianti di riscaldamento e/o caldaie e/o climatizzazione.

Il libretto di impianto per la climatizzazione

Il libretto di impianto per la climatizzazione

Lucio Caldani - Davide Branca, 2015, Maggioli Editore

L’evoluzione normativa in materia di impianti di climatizzazione ha portato, con l’uscita del D.M. 10 febbraio 2014 (G.U. ?n. 55/2014), alla pubblicazione del nuovo libretto di impianto per la climatizzazione.
La novità di tale documento consiste...

22,00 € 19,80 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento