Sfondellamento solai

La Legge “La Buona Scuola” (n. 107 del 13 luglio 2015) approvata il 9 luglio dalla Camera, mette a disposizione degli enti pubblici un cofinanziamento per l’effettuazione di indagini diagnostiche (strutturali e non strutturali) sui solai dei propri edifici scolastici; l’art.1, comma 177 così recita:

177. Al fine di garantire la sicurezza degli edifici scolastici  e di prevenire eventi di crollo dei relativi solai e controsoffitti è autorizzata la spesa di euro 40  milioni per l’anno 2015 per finanziare indagini diagnostiche dei solai degli edifici scolastici, anche attraverso quote di cofinanziamento d parte degli enti locali proprietari, a valere sul Fondo di cui al comma 202. (fonte: Governo Italiano)

Il decreto attuativo (del 1° settembre) indica le ripartizioni di fondi a livello regionale e provinciale (scaricabile da questo link); il 17 ottobre è stato pubblicato sul sito del Ministero dell’Istruzione il Bando per accedere ai finanziamenti (scaricabile da questo link).

Quattro criteri per la selezione degli interventi

– età degli immobili, con particolare riferimento agli edifici costruiti prima del 1970;

– quota di cofinanziamento;

– indice di rischio sismico;

– assenza di finanziamento negli ultimi 5 anni, per interventi strutturali o per indagini diagnostiche.

Per affidare le indagini sugli elementi non strutturali dei solai, intonaci e controsoffitti gli Enti locali possono far ricorso al MEPA – Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione gestito dalla Consip –  dove è stata introdotta la specifica categoria dedicata.

Queste le date da tenere bene a mente:

26 ottobre 2015

Apertura bando con inserimento dati sulla pagina dedicata (I.D.E.S. Indagini Diagnostiche Edifici Scolastici)

18 novembre 2015 (ore 23:59)

Chiusura bando

5-10 dicembre 2015

Ovvero nei successivi 15 giorni dopo la chiusura del bando): approvazione graduatorie ed invio avvisi agli enti vincitori

31 dicembre 2015

Termine ultimo per affidamento incarichi per l’effettuazione delle indagini diagnostiche

Alcune osservazioni

L’art. 6 prevede che, in caso di parità di punteggi tra edifici, verrà data priorità a quello presentato prima temporalmente, l’art.4 del bando però dà la possibilità di inserire fin da subito i dati essenziali e poi di aggiornarli entro la data ultima di chiusura (18/11); quindi quale verrà considerata come data per la priorità: quella iniziale o quella di aggiornamento? In tal caso si potrebbe assistere ad una vera e propria corsa per inserire i dati anche incompleti nelle prime ore pur di garantirsi l’eventuale precedenza sugli altri.

Il bando prevede due tipologie di indagini: strutturali e non strutturali; nelle seconde, quelle non strutturali, sembrerebbero entrare di diritto quelle su sfondellamento solai e controsoffitti, anche in linea con quanto previsto dal MEPA che ha già da qualche mese istituito una specifica categoria (indagini non strutturali su solai e controsoffitti); la seconda potrebbe risultare ancora al momento poco chiara (prove di carico, verifiche strutturali).

Sono state richieste precisazioni al Ministero, che speriamo di poter fornire già nei prossimi giorni.

Diagnostica strutturale

Diagnostica strutturale

Pierpaolo Cicchiello, 2010, Maggioli Editore

Questo libro vuole offrire una guida ragionata alla corretta elaborazione di una valutazione sull'idoneità strutturale di un edificio, sulla scorta delle recenti previsioni normative introdotte dalle Norme Tecniche per le Costruzioni.
Il tecnico incaricato della...

44,00 € 39,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento