Bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016: le 4 novità che verranno

Condomini, edilizia residenziale pubblica, giovani coppie in affitto e fabbricati industriali. Registrata come certa la proroga per i bonus ristrutturazione ed ecobonus 2016 (leggi l’articolo su Ediltecnico con le dichiarazioni pubbliche del Governo), sono questi i quattro punti di reale novità che gli italiani troveranno nel testo della Legge di Stabilità 2016 in fase di preparazione e che vedrà la luce a metà del mese di ottobre.

Da diverse fonti e dalle dichiarazioni dei funzionari del Ministero delle infrastrutture e dell’economia, a quanto pare la proroga del bonus ristrutturazione ed ecobonus 2016 durerà sempre un anno, quindi fino al 31 dicembre 2016. Sfuma quindi, ancora una volta, il tentativo di rendere stabili le agevolazioni.

Ma andiamo nel dettaglio ed esaminiamo, brevemente, le 4 novità che verranno:

1. Una delle innovazioni che più colpiscono è l’estensione del bonus mobili all’anno prossimo anche per le giovani coppie (resta da stabilire quali saranno i limiti per definirle tali) che vanno in affitto e, cosa importante, senza che si debbano prevedere dei lavori di ristrutturazione dell’unità immobiliare.

In pratica e solo per questa tipologia di soggetti, sarà possibile usufruire del bonus sull’acquisto degli arredi senza la concomitante apertura di un cantiere edilizio nella abitazione.

2. Buona notizie anche per le aziende, finora escluse completamente dalla platea dei soggetti destinatari delle agevolazioni fiscali. Con i nuovi bonus ristrutturazione ed Ecobonus 2016, infatti, anche le spese realizzate dalle imprese sulle costruzioni strumentali all’attività (capannoni, magazzini, ecc.) potranno beneficiare del credito di imposta per lavori di manutenzione straordinaria e di efficientamento energetico.

3. Altra grande novità sembra quella di prevedere interventi di riqualificazione globale dei condomini mediante l’ecobonus con il pagamento dei lavori da parte degli inquilini spostati sui risparmi nel consumo dei combustibili ottenuti dopo i lavori.

4. Quarta e ultima novità, trapelata dalle fonti di Roma, è l’allargamento della platea dei beneficiari delle detrazioni agli interventi sul patrimonio di edilizia residenziale pubblica e sugli edifici scolastici con un duplice vantaggio: da un lato ridurre il consumo di risorse da parte delle costruzioni di proprietà pubblica e, dall’altro, incentivare il mercato edilizio.
Agevolazioni fiscali in edilizia ed ecobonus 2015 - La guida di Ediltecnico

Dal web


Dal web

Gli Speciali

13 Commenti

  1. Salve,
    essendo già iniziati dei lavori di ristrutturazione nel mio appartamento, vorrei sapere se è possibile detrarre il 50% delle spese anche per l’acquisto di materiali (da me effettuato) oltre che per le prestazioni lavorative.

  2. Buongiorno
    Posso usufruire della detrazione anche nel caso in cui l’appartamento è intestato a mia moglie per 25 % e per il restante 75 % a mio suocero? Essendo inoltre che sono solo io a percepire un reddito, posso detrarre tutto a mio carico nel caso in cui sostenga io le spese?

  3. Buongiorno, mi sono trasferita nella casa di mia proprietà, in precedenza affittata, soggetta a vincolo paesaggistico situata all’interno di un castello. Sto procedendo ad abbattere una tramezza al fine di collegare l’atrio con la cucina e creare una spazio più grande, più luminoso e vivibile . L’abbattimento sarà solo parziale e sarà collocata una trave per rinforzare il solaio. Provvedero’ a sostituire il vecchio pavimento degli anni 50.Dopo il consenso della commissione del paesaggio e il benestare della sopraintendenza il comune mi ha rilasciato il permesso di costruire. Posso detrarre le spese che sto sostenendo? Le posso considerare come opere di manutenzione straordinarie o, visto il vincolo come da art 10 d.Lgs 42/2004, come opere di restauro e risanamento conservativo? Grazie

  4. Buongiorno,la mia compagna ed io abbiamo ristrutturato una casa da metà 2012 ai primi mesi del 2013 ed abbiamo approfittato della detrazione sui 96.000 euro pur avendoli di poco superati.Ora vorremmo acquistare un condizionatore/ pompa di calore.Possiamo utilizzare qualche agevolazione a riguardo come il bonus 50%.Nella casa non è mai stato presente un condizionatore.Grazie
    Alessandro

  5. Salve vorrei sapere se per la costruzione di un nuovo capannone artigianale a risparmio energetico,si può usufruire di qualche agevolazione fiscale.
    Grazie.

    Stefano

  6. Buongiorno,
    sto iniziando la ristrutturazione di una casa nella quale non era presente una fonte di riscaldamento “fissa”, a parte il camino; ho letto che per usufruire del bonus del 65%, si parla di sostituzione di impianto esistente, quindi nel caso in cui montassi una caldaia a condensazione, potrei usufruire del bonus energia o di quello ristrutturazioni al 50%?
    Grazie.

  7. Salve
    Sto eseguendo dei lavori dove devo usufruire sia della detrazione 50 che 65.
    Ho fatto la notifica preliminare tardiva in quanto per errore non ho inviato subito il documento alla asl.
    Volevo sapere se l’agenzia delle entrate può creare problemi in caso di controllo dove ci sono fatture a saldo pagate prima dell’invio della notifica preliminare.
    Grazie

Scrivi un commento