Professionisti, il Piemonte vi cerca per incarichi tecnici

È stato pubblicato un avviso pubblico, rivolto a tutti i professionisti tecnici (Ingegneri, Architetti, Geometri, Geologi, Periti agrari, Agronomi e Periti industriali) per la realizzazione di un elenco di soggetti qualificati per l’affidamento di incarichi tecnici di importo inferiore a 100.000 euro.

L’avviso, redatto ai sensi degli artt. 90 e 91 del Codice dei Contratti e dell’art. 267 del DPR 207/2010, è stato diffuso dalla SCR Piemonte spa, società di committenza della Regione Piemonte fondata con l’obiettivo di razionalizzare la spesa pubblica e di ottimizzare le procedure di scelta degli appaltatori pubblici nelle materie di interesse regionale, in particolare nei settori delle infrastrutture, trasporti, telecomunicazioni e sanità.

L’iscrizione all’elenco è sempre aperta e può avvenire attraverso il sito scr.piemonte.it.

La società di committenza della Regione Piemonte rende noto, inoltre, che le candidature saranno esaminate a cadenza semestrale e il prossimo termine utile per la presentazione delle domande di candidatura è il 31 dicembre 2015.

Gli incarichi che potranno essere affidati ai professionisti tecnici sono diversi: dal rilievo architettonico alle perizie tecniche; dalle pratiche per il rilascio del certificato prevenzione incendi alla redazione degli attestati di prestazione energetica degli edifici fino alle verifiche statiche e strutturali (l’elenco completo lo si trova nel disciplinare redatto dalla SCR Piemonte).

I soggetti ammessi che possono presentare domanda di inserimento nell’elenco sono:

1. liberi professioni singoli o associati

2. società di professionisti

3. società di ingegneria

4. raggruppamenti costituiti e costituendi tra liberi professionisti singoli o associati, tra società di professionisti, tra società di ingegneria

5. consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, anche in forma mista, formati da non meno di tre consorziati che abbiano operato nel settore dei servizi di ingegneria e architettura, per un periodo di tempo non inferiore a cinque anni.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento