Sappiamo che i decreti attuativi della L. 90/2014 sull’efficienza energetica degli edifici, che comprendono alcune novità tra cui il Nuovo APE Unico, entreranno in vigore il 1° ottobre 2015.

Qual è la novità più importante?

Prima di tutto, rispetto alle precedenti, le nuove linee guida per la certificazione energetica introducono nuovi indicatori. Nel Nuovo APE Unico, infatti, sono indicate, oltre alla classe energetica basata sull’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile, anche la prestazione energetica invernale ed estiva dell’involucro, al netto del rendimento degli impianti presenti.
Nel Nuovo APE unico sono previsti indici di prestazione energetica rinnovabile e non rinnovabile dell’immobile. Sono indicate le fonti, rinnovabili e non rinnovabili, utilizzate per il soddisfacimento del fabbisogno energetico dell’immobile.

La classe energetica di un edificio è determinata sulla base di un indice di prestazione globale non rinnovabile dell’edificio, attraverso il confronto con una scala di classi prefissate, ognuna delle quali rappresenta un intervallo di prestazione energetica definito.

Leggi anche Cos’è un edificio ombra? Scopriamolo, c’entra col Nuovo APE.

Le classi energetiche salgono da 7 a 10: dalla meno efficiente (Classe G) alla migliore (Classe A4).

La scala delle classi è definita a partire dal valore dell’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile dell’edificio di riferimento, calcolato ipotizzando che in esso siano installati elementi edilizi e impianti standard dell’edificio di riferimento. Tale indice è posto come separazione tra Classe B e Classe A1.

Per la determinazione della classe energetica complessiva dell’edificio ai fini della redazione del Nuovo APE unico, si calcola il valore dell’indice di prestazione, per l’edificio di riferimento, in corrispondenza dei parametri vigenti per gli anni 2019-2021.
Si calcola il valore dell’indice per l’immobile oggetto dell’APE e si individua la classe energetica da attribuire in base a una apposita tabella riportata nel decreto (tabella 2, paragrafo 5 delle nuove linee guida).

Per saperne di più sulle novità Attestato di Prestazione Energetica Unico. Ecco le 5 novità principali.

A proposito di questi temi e del Nuovo APE Unico, vi segnaliamo il seminario che si terrà a Verona il 30 luglio 2015:

La procedura di certificazione energetica: dal sopralluogo all’APE
Le novità introdotte dai decreti attuativi della L. 90/2014 a partire dal 1° ottobre 2015 
Seminario pratico-operativo di approfondimento professionale

Ecco un programma di massima:

Parte I. Il processo di certificazione energetica a partire dal 1 ottobre 2015
– il nuovo quadro legislativo (L 90/14 e decreti attuativi) e il quadro normativo di riferimento;
– il concetto di edificio a energia “quasi zero” e quello di “edificio di riferimento”;
– gli obblighi relativi alla redazione dell’APE;
– gli indici di prestazione energetica e i sevizi energetici considerati;
– i contenuti dell’APE e il format degli annunci commerciali;
– i metodi e i software di calcolo;
– il sopralluogo e la conoscenza del sistema edificio impianto.

Parte II. Il calcolo della prestazione energetica: aggiornamento alle norme UNI/TS 11300:2014
– il bilancio energetico dell’edificio (cenni);
– l’architettura della nuova norma UNI e la sua applicazione;
– approfondimenti di calcolo in merito a:
1) la caratterizzazione termica dei componenti opachi e trasparenti, gli apporti solari e la capacità termica;
2) i ponti termici;
3) gli ambienti non riscaldati e le serre solari;
4) le strutture controterra;
5) la ventilazione;
6) il rendimento dei sottosistemi impiantistici (con particolare attenzione ai generatori di calore a combustione e alle pompe di calore);
7) contributi da Fonti di Energia Rinnovabili (Solare Termico e PV);

– la compilazione dei dati di input su software: esempi di videate in relazione al metodo di calcolo.

Clicca per tutte le info sul convegno “La procedura di certificazione energetica: dal sopralluogo all’APE”.

Il relatore del seminario dedicato alla procedura di certificazione energetica “dal sopralluogo al Nuovo APE” sarà Luca Raimondo, architetto libero professionista, si occupa di progettazione, valutazione e certificazione di edifici eco-compatibili e ad elevata efficienza energetica; svolge attività di certificatore energetico in Lombardia, Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Valle d’Aosta. È docente esterno presso la Facoltà di Architettura 2 del Politecnico di Torino, coordinatore di corsi di formazione professionale e referente territoriale per la rivista AZERO.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento