Ricordate l’architetto Luis Barragán, attivo negli anni ’20 in Messico? Questo progetto ricorda i suoi, per certe angolature nette e per le forme geometriche. Oltre a queste, il colore è un’altra caratteristica della Scuola dell’infanzia S’Ortu e Foxi di Elmas, in provincia di Cagliari.

L’edificio sorge sulla foce del Rio Sestu e ospita circa 130 alunni su una superficie coperta di 985 metri quadrati su un’area complessiva di 4700 metri quadri. Accoglierà cinque aree funzionali principali:
– area didattica per attività libere,
– area servizi,
– mensa,
– servizi tecnici,
– parco scolastico.

L’edificio si sviluppa orizzontalmente su un unico piano con forme semplici e dalle linee rette, con un blocco di altezza maggiore per le attività comuni. Sopra esso s’incastrano i moduli delle classi-sezioni, della mensa e degli spazi accessori. I tre grandi volumi colorati dai toni accesi – blu, verde, rosso – assumono un’identità scultorea grazie alla luce. L’intera struttura diventa materia da vivere, da abitare. Un’architettura materica dove i colori rivelano la bellezza delle forme e degli spazi. La purezza dei colori e della luce plasma forme e superfici.

Resstende ne firma la schermatura solare che ben si contestualizza in un’ambientazione interamente dedicata all’infanzia. In questo progetto la tecnicità del prodotto si fonde perfettamente con le linee regolari e rigorose dei tre blocchi che costituiscono la struttura.

Resstende, insieme ai progettisti, ha creato un gioco di sfumature tessili che si stagliano nell’ampio giardino dell’asilo. Con un gioco di gradazioni, reso possibile grazie all’ampio ventaglio di tinte di tessuto di cui l’azienda dispone, la struttura acquisisce ancora più carattere e si connota per i colori vivi che rendono l’ambientazione allegra e adatta al mondo dell’infanzia.

Il tessuto utilizzato è il Soltis 92, un tessuto filtrante in Classe 1 ad alto carico di rottura in fibra poliestere, idrorepellente, traspirante e resistente allo sporco. Presenta un’eccezionale stabilità dimensionale, resistenza meccanica durevole, non si deforma durante la messa in opera e l’utilizzo garantendo una lunga durata estetica e meccanica. Lo spessore minimo permette di ottenere un ingombro ridotto e un facile avvolgimento con una superficie liscia e di semplice manutenzione.

Resstende ha così installato sulle facciate della scuola 13 “moduli cromatici” motorizzati con guide L1 e cassonetto C105 in alluminio estruso, composto da una parte mobile ispezionabile per l’eventuale manutenzione della tenda. Il fondale FD42 in alluminio estruso presenta un profilo in ferro zincato ed è corredato da tappi laterali in derlin. Il sistema motorizzato è abbinato ad una centralina di comando sole/vento con sensore, che permette di regolare l’ombreggiamento delle aule interne.

Il sistema L1, opportunamente posizionato all’esterno, contribuisce a diminuire la percentuale di calore solare trasmesso dai vetri, consentendo un considerevole risparmio energetico grazie alla ridotta attività degli impianti di condizionamento.

Negli interni i progettisti hanno realizzato gli spazi per le attività libere con una distribuzione flessibile, mediante l’adozione di pareti scorrevoli e arredi mobili, che consentono la realizzazione di diverse configurazioni spaziali in funzione del tipo di attività svolte dai bambini.

I raggi che colpiscono le schermature solari creano, all’interno delle aule, dei vivaci giochi cromatici donando agli spazi interni calore e familiarità.

Foto: © Ing. Patrizia Casula

 

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento