Stazioni ferroviarie abbandonate

Stazioni ferroviarie abbandonate, scenari da narrativa post-atomica, con la natura che riprende possesso di ciò che il ferro e il cemento le aveva portato via. Una situazione qui descritta come se fuoriuscisse dalle pagine di un lussureggiante fumetto d’avventura: ma in realtà c’è una notizia che è molto più prosaica (e discretamente interessante).

Le Ferrovie dello Stato (FS) quest’anno hanno deciso di cedere in comodato d’uso gratuito migliaia di piccole stazioni in disuso. Per l’acquirente che si prende cura dei locali ceduti in comodato, l’affitto è a costo zero. Il sito ufficiale di Trenitalia parla di più di “1700 stazioni impresenziate” su tutto il territorio nazionale. Il valore degli immobili che finora sono stati dati in concessione ammonta a circa 120 milioni di euro.

SCOPRI COME EFFETTUARE LA RICHIESTA PER IL COMODATO GRATUITO

CONSULTA L’ELENCO DELLE STAZIONI ABBANDONATE SUDDIVISE PER REGIONE

Le “stazioni impresenziate”
L’avvento dei nuovi sistemi tecnologici per la vendita dei biglietti ha di fatto spazzato via le vecchie biglietterie, rendendo desuete le piccole stazioni. Come si legge nel documento redatto da Fabrizio Torella e Teresa Coltellese per Cesvot intitolato Le stazioni impresenziate sulla rete ferroviaria italiana (scaricalo qui in versione integrale), “l’automazione dei comandi e la loro attivazione out-station in un unico centro deputato ha quindi imposto una diversa utilizzazione delle risorse umane ed è questo un caso tipico di come lo sviluppo e il potenziamento tecnologico possa mettere in crisi e rivoluzionare l’organizzazione del lavoro preesistente (…). Non essendo più indispensabile la presenza umana, salvo che per verifiche periodiche della funzionalità dell’impianto e delle infrastrutture, le stazioni, in particolare quelle di transito situate sulla linea, sono rimaste impresenziate in un numero progressivamente crescente direttamente proporzionale al numero dei chilometri di rete ferroviaria su cui via via veniva attivato il nuovo sistema”.

Il progetto è stato formalizzato nello scorso mese di settembre mediante un protocollo d’intesa tra Ferrovie dello Stato Italiane (FS), Rete Ferroviaria Italiana (RFI) e Csvnet (Coordinamento nazionale dei Centri di Servizio per il volontariato) ed è finalizzato a sviluppare azioni innovative e di sostegno sociale su tutto il territorio nazionale, offrendo inoltre alle associazioni di volontariato l’opportunità di usufruire di questi spazi, che potranno diventare, in base all’accordo, spazi fruibili d’incontro e promozione del volontariato.

Come accedere all’elenco
L’elenco denominato “Stazioni impresenziate” è stato messo a disposizione da FS. Poiché il suddetto elenco non risulta costantemente aggiornato, è possibile che l’associazione individui una stazione impresenziata già assegnata o non più disponibile. Per questo motivo è necessario che l’associazione eventualmente interessata, dopo aver individuato la stazione ed elaborato una prima idea progettuale, verifichi comunque la sua attuale disponibilità scrivendo direttamente al Cesvot (Centro Servizi Volontariato Toscana), che provvederà poi a trasmettere tale richiesta al referente territoriale di RFI.

Le stazioni interessate dall’iniziativa sono quelle afferenti alla categoria “bronze”. Le stazioni gestite dalle Ferrovie dello Stato-Trenitalia sono infatti suddivise in base a dei parametri (come le dimensioni dell’impianto, l’insieme delle aree e superfici che sono accessibili dal viaggiatore, la frequentazione, il numero di viaggiatori che ogni giorno impegnano l’impianto ferroviario, la capacità di interscambio): proprio per tale motivo vengono divise in stazioni “bronze”, “silver”, “gold” e “platinum”.

A cura di Marco Brezza

Dal web


Dal web

Gli Speciali

89 Commenti

    • Salve sono Stefania vorrei sapere dove è a chi rivolgersi per il comodato d ‘uso o costo zero zona Bologna!!
      Siamo un gruppo di pittori …interessati a valorizzare l arte a Bologna!!!!!!!

  1. salve desidero avere in comodato d’uso una di queste realta’ in disuso, in qualsiasi luogo , potreste darmi notizie su come accedervi , ed eventuali ,cose da sapere per accedere ad una di queste opportunita’? grazie

  2. buongiorno ,volevo avere maggiori info su chi interpellare ,e che utilizzo si puo fare delle stazioni .
    grazie cordiali saluti

  3. Salve vorrei avere delle informazioni di accesso al comodato e delucidazioni sulla destinazioni d’uso in Emilia Romagna. Grazie

  4. Buon giorno, abito in Friuli e volevo chiedere se le FS considerano anche le case cantoniere da affittare o vendere. Qui da noi c’è ne sono parecchie diroccate o in disuso. Ringrazio e saluti

  5. Gradiremmo conoscere le modalità per l’assegnazione di alcune stazione dell’UMBRIA in particolare :Baschi – Citta della Pieve – Allerona -Fabro – Castiglione in Teverina ed Alviano.

  6. salve qualcuno gentilmente può indicarmi dove si possa fare la domanda per il comodato d’uso? o costo zero? non riesco a trovare nessun riferimento

  7. vorrei sapere sapere come fare per accaparrarsi una stazione del Friuli zona Maniago o Fanna in provincia di Pordenone. Grazie

  8. sono molto interessato alla zona di Ferrara

    è possibile avere un contatto telefonico a cui chiedere informazioni?

    grazie!

  9. buona sera, sarei interessata alle stazioni della Liguria, in particolare a quella di Genova Rivarolo. vorrei qualche informazione su come fare la richiesta. Grazie!

  10. scusate ma è congruo assegnare ad enti o associazioni no profit e chiedere in cambio di realizzare nell’ immobile interventi di riqualificazione e/o manutenzioni di diverso tipo (straordinaria e/o ordinaria, pulizia, messa in sicurezza, ecc. )?

  11. Ragazzi avete avuto risposte soddisfacenti? E lo sapete perché? Perché questo progetto come ogni altra cosa in Italia è una bufala…. Lasceranno i luoghi abbandonati al degrado o magari ai figli dei figli di qualche amico!
    Viviamo in un paese così!
    Buona Fortuna a Tutte/i

  12. Molto interessante, avrei bisogno di sapere se nella zona del levante genovese -Quinto, Quarto, Nervi, Bogliasco, Pieve Ligure .- c’è la possibilità di uno spazio disponibile. Ho bisogno inoltre di sapere chi contattare per la richiesta. Grazie

  13. per informazioni bisogna chiedere ad r.f.i.
    devo dire che alcune di queste piccole stazioni dopo essere state cedute in comodato ad associazioni sono risorte dal degrado ed ora sono veramente belle.ottima iniziativa

  14. Buongiorno,vorrei chiedere maggiori informazioni su alcune stazioni chiuse/abbandonate in provincia di Cuneo.Grazie per la Gentile Collaborazione.

  15. Sono interessata a questa iniziativa .sono interessata soprattutto dalla zona che comprende la Val Tanaro (zona Ceva-Ormea).resto in attesa di un vostro riscontro. Grazie

  16. forse per la prima volta lo stato sta dalla parte dei cittadini offrendo la possibiltà sulla carta di poter investire dando una mano concreta sono colpito e ammiro questa scelta speriamo che le assegnazioni siano corrette e semplificate dalla burocrazia quindi non far passare 10 anni per vedere assegnati queste stazioni asptto notizie al merito per prendere visione nella zona del beneventano e prov sono fiducioso

  17. Salve sono un operatore turistico, mi farebbe piacere ricevere la lista delle stazioni concesse in comodato e la procedura per procedere alla richiesta. Grazie mille Salvatore Spinosa

  18. Salve sono un operatore turistico, mi farebbe piacere ricevere la lista competa delle stazioni concesse in Campania, e la procedura completa per la richiesta. Grazie mille

  19. Salve, complimenti per L iniziativa di FS per il recuperato delle stazioni in disuso, vorrei informazioni sulle stazioni dismesse in Trentino alto addice, grazie.

  20. Salve,mi chiamo Marco Accettola,innanzitutto grazie x l opportunità e l iniziativa…desidererei fortemente essere messo a conoscienza sulla disponibilità delle case cantoniere nella zona di Roma e provincia x realizzare un progetto ..
    Attendo un vostro riscontro e la procedura la richiesta dell eventuale bando
    Grazie mille..

  21. buongiorno ,mi chiamo lorena sono di mantova sarei molto interessata se ci fossero case cantoniere nella mia citta o provincia .come posso fare ??? x avere delle informazioni riguardo ,attendo un vostra risposta grazie lorena

  22. Buongiorno, la presente per richiedere informazioni circa l’adozione ad uso gratuito delle Case Cantoniere, ai fini della riqualificazione del territorio per le Regioni Toscana, Puglia e Sicilia.
    In attesa di un Vostro gentile riscontro inviamo i nostri più cordiali saluti

  23. Vorrei sapere se ci sono immobili nella provincia di Imperia in comodato d’ uso gratuito oppure in affitto grazie sono un ex sottufficiale della guardia di finanza grazie

  24. Vorrei sapere se ci sono immobili nella provincia di Imperia in comodato d’ uso gratuito oppure in affitto grazie sono un ex sottufficiale della guardia di finanza il mio numero telefonico è 3667479609 grazie

  25. Buona sera, mi chiamo Rita Buonomo e desidero sapere se ci sono opportunità di Stazioni Ferroviarie abbandonate nelle zone di Pavona, Frattocchie , Frascati, Acilia Casalbernocchi, Vitinia ecc. Aprilia, Pomezia, Torricola Appia o Tuscolana. Sulla Tuscolana mi ricordo che cè ne stava una.Ve ne sarei molto grata.

  26. Sono sempre la Sig.ra Rita ho dimenticato di lasciare il mio n. Di cell. per qualsiasi Vostro contatto telefonico 340/1885579 grazie ancora sig.ra rita

  27. Sono un volontario di una comunita’ laica di Pescara che si occupa dei senza fissa dimora; cerchiamo un posto dove poter distribuire vestiti e alimenti a queste persone cosi’ in difficolta’. Ho visto che a Pescara
    ci sono diverse piccole stazioni chiuse lungo la strada parco. se fosse possibile averne una in comodato d’uso per poter mettere a disposizione di questi nostri amici meno fortunati, un posto dove poter prendere un abito o una coperta’ per ripararsi dal freddo dell’inverno. In caso di risposta positiva siamo disponibili a mandarvi l’atto di costituzione e le finalita’ operative della comunita’.
    Il mio numero di telefono e’ 350 5112022

Scrivi un commento