DURC online con 1 click, dal 1° luglio la nuova procedura semplificata

Prenderà avvio dal prossimo 1° luglio la rivoluzione del DURC online semplificato, con una procedura che consentirà il rilascio del documento unico di regolarità contributiva in formato PDF con un solo click.

A confermarlo è il Ministero del lavoro, che prevede per la pubblica amministrazione e le imprese interessate un risparmio di oltre 100 milioni di euro all’anno.

Grazie alla nuova procedura, spiegata dal Ministro Poletti nel corso di una conferenza stampa organizzata giovedì scorso, basterà un semplice click per ottenere, in tempo reale, una certificazione di regolarità contributiva (DURC) che, peraltro, avrà una validità di 120 giorni e potrà essere utilizzata per ogni finalità richiesta dalla legge (erogazione di sovvenzioni, contributi ecc., nell’ambito delle procedure di appalto e nei lavori privati dell’edilizia, rilascio attestazione SOA) senza bisogno di richiederne ogni volta una nuova.

Sarà inoltre possibile utilizzare un DURC ancora valido, sebbene richiesto da altri soggetti, scaricabile liberamente da internet.

Il decreto che ufficializzerà la nuova procedura del DURC online sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei primissimo giorni della prossima settimana.

Il DURC online in un click si inserisce nell’ambito del SIRCE, il sistema informativo per la regolarità contributiva, inserito nel testo del Jobs Act e di cui abbiamo parlato diffusamente in un articolo pubblicato nel novembre scorso.

Semplificazione: da 1 mese al tempo reale

Significativo il risparmio di tempo da parte delle imprese per l’ottenimento del DURC. Dai 30 giorni di oggi al download in tempo reale del documento, grazie alla nuova procedura che consentirà, inoltre, di evitare il ricorso a intermediari con un risparmio anche di denaro.

“Ad oggi, una impresa regolare sotto il profilo contributivo”, ha detto Poletti in conferenza stampa, “sa di dover attendere anche un mese per ottenere un certificato che dimostri la regolarità della propria posizione, attraverso una procedura talvolta complessa che, non a caso, è spesso delegata ad intermediari”.

Da luglio le imprese potranno accedere all’archivio degli Istituti e delle Casse edili per ottenere un DURC in formato .pdf in tempo reale da stampare in azienda. Qualora siano riscontrate carenze contributive, entro 72 ore verranno comunicate all’interessato le cause dell’irregolarità e saranno poi sufficienti pochissimi giorni per regolarizzare la propria posizione ed ottenere il certificato.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento