Eolico, in Toscana passa la mappatura dei siti off-limits

Il Consiglio regionale della Toscana ha approvato a maggioranza la scorsa settimana la proposta di mappare il territorio della regione, per individuare le aree nelle quali non potranno essere installati impianti alimentati a energie rinnovabili, come gli impianti eolici e quelli a biomasse.

 

Il Consiglio ha infatti espresso “la propria volontà di adottare, in tempi brevi e su proposta della Giunta regionale, un provvedimento contenente l’individuazione delle aree non idonee all’installazione di specifiche tipologie e dimensioni di impianti di produzione di energia elettrica alimentata da fonti rinnovabili diversi dagli impianti fotovoltaici, quali gli impianti eolici e a biomasse”.

 

Per L’assessore all’Ambiente Anna Rita Bramerini “definire linee guida per l’eolico e le biomasse, dopo il fotovoltaico, è un atto che completa il quadro normativo sulle energie rinnovabili”.
“Le linee guida”, ha aggiunto Bramerini, “sono di per sé uno strumento di semplificazione, perché si da certezza all’imprenditore su dove non è bene presentare progetti”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento