Ok del CdM all'Agenzia per le infrastrutture stradali e autostradali

Il Consiglio dei Ministri ha approvato venerdì scorso, in via preliminare, lo schema di statuto dell’Agenzia per le infrastrutture stradali ed autostradali.

All’Agenzia, operativa dal prossimo 31 luglio, sono attribuite le funzioni di concedente della rete, precedentemente facenti capo ad Anas, che rimarrà invece titolare delle funzioni di concessionaria e gestore della rete.

Le funzioni regolatorie – precisano da Palazzo Chigi –  saranno invece esercitate dall’ Autorita’ dei trasporti, in corso di istituzione.

“Si tratta di un importante passo in avanti per l’attuazione del riassetto della governance pubblica in materia di strade ed autostrade di interesse nazionale – aggiungono -, avviato con la manovra finanziaria di luglio 2011 (art. 36 del decreto-legge 98/2011)”.

Lo statuto, dopo l’acquisizione dei pareri del Consiglio di Stato e delle competenti Commissioni parlamentari, tornerà al Consiglio dei Ministri per l’esame definitivo e la successiva emanazione.

Fonte: Governo.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento