Condominio

Cosa succede all’interno del condominio se l’impianto di riscaldamento comune non è efficiente? Il singolo condomino ha facoltà di richiedere un risarcimento danni o addirittura distaccarsi dall’impianto?

A tale quesito ha cercato di rispondere anche la giurisprudenza (Cassazione 13 novembre 2014, n. 24209): va innanzitutto detto che il singolo condomino non può sottrarsi dal contribuire alle spese allegando la mancata o insufficiente erogazione del servizio. Ma con questo non si vuole assolutamente dire che il condomino danneggiato non possa fare valere la lesione del proprio diritto a conseguire un’adeguata erogazione di calore derivante proprio dal fatto che al pagamento da parte sua del corrispettivo richiestogli non abbia fatto riscontro l’erogazione della giusta quantità di calore (previo accertamento giudiziale o stragiudiziale).

Non è possibile, invece, rinunciare a chiedere la sistemazione e procedere al distacco dall’impianto centralizzato con l’intento di chiedere successivamente il risarcimento. Infatti il diritto a chiedere il distacco, a determinate condizioni, non potendo la rinunzia del singolo condomino comportare un maggiore aggravio per gli altri, non può non valere per il futuro, non comportando la possibilità di chiedere restituzioni o danni.

Vuoi saperne di più in materia di condominio? A tal riguardo Maggioli Editore consiglia il pratico e-book 50 casi risolti del condominio dopo la riforma di Giuseppe Bordolli. Questo agile strumento si configura alla stregua di un mezzo di lavoro essenziale per ogni operatore del settore, compresi i frequentatori dei corsi obbligatori previsti dalla legge per la formazione, iniziale o periodica, degli amministratori.

L’e-book propone l’analisi di casi particolari con lo scopo acclarato di suggerire le possibili soluzioni alle problematiche di maggior rilievo che si possono verificare nella vita condominiale. Nell’analisi degli orientamenti giurisprudenziali, inoltre, sono evidenziate le eventuali novità e modifiche apportate alla disciplina ad opera della riforma del condominio.

Il bouquet di quesiti spazia all’interno di tutte le tematiche relative al condominio: dalle parti comuni a quelle esclusive, transitando per la disciplina dell’assemblea, le competenze dell’amministratore e le problematiche relative a spese ed impianti. 50 quesiti risolti con chiarezza, nitidamente suddivisi in categorie, utili anche per il privato cittadino ma soprattutto per il professionista che si occupa quotidianamente della materia.

50 casi risolti del condominio dopo la riforma

50 casi risolti del condominio dopo la riforma

Giuseppe Bordolli, 2015, Maggioli Editore

Questo e-book vuole essere uno strumento di lavoro pratico ed essenziale per ogni operatore del settore, compresi i frequentatori dei corsi obbligatori previsti dalla legge per la formazione, iniziale o periodica, degli amministratori. 

In...

9,90 € 8,91 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

Scrivi un commento