A Modena Smart SWAP Building: rigenerare il costruito per dare ossigeno al mercato immobiliare

Quali sono le migliori strategie per riqualificare l’esistente invenduto e rimetterlo efficacemente sul mercato immobiliare? Se lo chiedono in molti, sapendo bene che nell’attuale congiuntura economica e finanziaria l’ammodernamento del patrimonio edilizio vetusto e obsoleto può rappresentare un efficace volano per il rilancio della crescita del Sistema Paese.

Per tutti i professionisti tecnici l’occasione unica per discutere e confrontarsi con questo tema cruciale sarà a Modena, il prossimo 22 aprile presso Una Hotel Modena a Baggiovara (Modena) per la tappa emiliana dei Smart SWAP Building.

Ingegneri, Architetti, Geometri e Periti industriali sono invitati a partecipare a questo importante evento che ha già toccato numerose città italiane l’anno passato, riscuotendo un grandissimo successo e molta soddisfazione da parte di tutti i convenuti.

Tornando al focus dell’incontro dedicato al futuro del mercato immobiliare, l’applicazione e l’inserimento di innovazione tecnologica dimostrano oggettivamente come efficienza=risparmio, sicurezza=durata e comfort=salute, sono equivalenze che acquistano un significato importante per i cittadini e le amministrazioni che devono confrontarsi con le trasformazioni economiche imposte dal periodo di crisi.

Oggi il controllo della fase di progetto e di realizzazione, il cantiere trasparente, il controllo dell’offerta economica, la gestione finanziaria di tutte le fasi divengono strumenti essenziali per la professione tecnica e per l’impresa che vuole progettare e costruire.

L’involucro edilizio, connesso al sistema strutturale ed impiantistico, rappresenta spesso il punto di maggior debolezza in cui è necessario intervenire coniugando risposte prestazionali efficienti di acustica, isolamento termico, economicità e LCA (Life Cycle Assessment) non perdendo i significati ed i valori formali della qualità architettonica e della tradizione costruttiva.

Perseguendo la priorità della rigenerazione urbana sostenibile e della riduzione dell’impatto ambientale unitamente alla qualità architettonica, il progetto strategico Smart Swap Building di Aster si pone l’obiettivo, rimettendo in gioco l’invenduto, di intervenire consapevolmente sul patrimonio residenziale urbano esistente.

La partecipazione al convegno, la cui iscrizione è gratuita e obbligatoria entro lunedì 20 aprile, riconosce i crediti formativi per i professionisti che parteciperanno.

In particolare per i Geometri (scarica la scheda di partecipazione Geometri) saranno riconosciuti 3+3 crediti formativi; per gli Architetti (scarica la scheda di partecipazione Architetti) saranno riconosciuti 4+4 crediti formativi; per gli Ingegneri (scarica la scheda di partecipazione Ingegneri) saranno riconosciuti 6 crediti formativi; per i Periti industriali (scarica la scheda di partecipazione Periti industriali) saranno riconosciuti 3+3 crediti formativi.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento