6000 Campanili

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto delle Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 20 gennaio 2015 relativo all’elenco degli interventi ammessi al primo Programma “6000 Campanili”. Il programma persegue il fondamentale piano di tutela infrastrutturale per i piccoli Comuni italiani, con lo specifico obiettivo di conferire inerzia positiva all’economia locale per opere infrastrutturali di piccola entità (tra i 500mila euro e il milione di euro di valore) nei Comuni che possiedono meno di 5mila abitanti.

Nell’ultima tranche del programma sono stati infatti assegnati ulteriori 100 milioni. Ogni progetto vincitore potrà usufruire di risorse da 500mila a 1 milione di euro.

Sono 119 i Comuni ammessi. Tra le tematiche toccate dal Piano 6000 Campanili si allineano varie tipologie di intervento: dalla qualificazione e manutenzione del territorio alla riqualificazione degli edifici esistenti passando per la riduzione al rischio idrogeologico. Per ulteriori informazioni in materia leggi l’articolo Piano 6000 Campanili, altri 100 milioni per 119 piccoli Comuni.

Il testo appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale recita così: “È approvato il Programma degli interventi che accedono al finanziamento assentito dal decreto legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 novembre 2014, n. 164 e fissato nell’importo di 100 milioni di euro dal decreto del  Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il  Ministro dell’economia e delle finanze del 28 gennaio 2015, n. 23”.

Il Programma, allegato decreto sotto la lettera A, riporta l’elenco degli  interventi  finanziati nei limiti dell’importo disponibile di 100 milioni di euro, individuati tramite scorrimento della graduatoria già predisposta in attuazione del Primo Programma 6000 Campanili.

Scarica qui l’allegato con l’elenco degli interventi ammessi nei piccoli Comuni italiani.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento