IVA in edilizia al 10% per i beni significativi, si applica con ogni contratto

L’applicazione dell’aliquota agevolata dell’IVA in edilizia al 10% per la fornitura dei beni significativi negli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria si applica sempre, indipendentemente dalle modalità contrattuali utilizzate per realizzare l’intervento stesso.

A chiarirlo è l’Agenzia delle Entrate con la recente risoluzione n. 25/E del 6 marzo scorso, in risposta a un quesito giunto al centro di assistenza fiscale per gli artigiani e le piccole imprese.

Sia nel caso in cui le operazioni siano riconducibili a un contratto di cessione con posa in opera sia a un contratto di appalto, ai fini dell’individuazione dell’aliquota IVA applicabile, la fornitura di infissi rileva come fornitura di beni significativi.

Ricordiamo che gli infissi, così come gli altri beni individuati nell’elenco contenuto del decreto del 29 dicembre 1999, sono considerati beni significativi e, in quanto tali, scontano un’aliquota IVA in edilizia al 10%.

In ogni caso, rimangono valide le limitazioni definite nella circolare del 7 aprile 2000, n. 71/E. In altri termini, l’aliquota ridotta al 10% si applica solo fino a concorrenza del valore della prestazione, considerato al netto del valore dei beni significativi (leggi la risoluzione 6 marzo 2015, n. 25/E dell’Agenzia delle Entrate).

Tale limite di valore, spiega la risoluzione delle Entrate, deve essere individuato sottraendo dall’importo complessivo della prestazione, rappresentato dall’intero corrispettivo dovuto dal committente, soltanto il valore dei beni significativi. Il valore delle materie prime e semilavorate, nonché degli altri beni necessari per l’esecuzione dei lavori, forniti nell’ambito della prestazione agevolata, non deve essere individuato autonomamente in quanto confluisce in quello della manodopera.

Per chiarire ulteriormente come procedere al calcolo, può essere utile consultare il nostro tutorial che spiega passo per passo come procedere all’individuazione dell’ammontare su cui calcolare l’IVA agevolata al 10% sui beni significativi (leggi il nostro tutorial sul calcolo dell’IVA in edilizia al 10% per i beni significativi).

Per chi volesse approfondire il tema dell’IVA agevolata in edilizia con esempi, spiegazioni e casi pratici, Ediltecnico consiglia l’e-book di Lisa De Simone IVA in edilizia: come applicarla.

Segnaliamo anche il Prontuario sull’IVA in edilizia con 250 casi risolti sull’applicazione dell’IVA al 10% e al 4% per tutte le tipologie di  interventi edilizi.

È possibile acquistare i due ebook complementari insieme (Guida all’applicazione e Prontuario di casi pratici risolti)  in un pacchetto bundle con un prezzo speciale.

Prontuario operativo per l'IVA agevolata in edilizia

Prontuario operativo per l'IVA agevolata in edilizia

L. De Simone, 2016, Maggioli Editore
L'ebook offre una raccolta completa di 250 casi pratici e quesiti risolti relativi all'applicazione dell'IVA agevolata in edilizia per l'acquisto di immobili, box auto, lavori di manutenzione e ristrutturazione e per l'abbattimento delle barriere architettoniche. L'opera è...

12,90 € 10,96 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Iva in edilizia: come applicarla

Iva in edilizia: come applicarla

Lisa De Simone, 2016, Maggioli Editore

Questo ebook affronta in modo operativo le problematiche relative alla gestione dell'IVA nel mondo dell'edilizia e degli immobili,Oltre al commento delle singole fattispecie è presente, per maggiore supporto pratico, una sezione di casi risolti. L'esposizione viene...

12,90 € 9,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento