Energia, il nuovo libro di Norbert Lantschner

“Adottando e promuovendo nuovi comportamenti possiamo curare le cause delle crisi. Guardiamo al futuro con un sorriso”. È la frase che balugina sulla quarta di copertina di Smile Energy – Il coraggio di cambiare per un futuro con futuro, il libro di Norbert Lantschner edito da Raetia, un volume che si occupa, sotto forma di saggio (non senza spunti di vigoroso entusiasmo) di temi fondamentali per il nostro pianeta come energia, cambiamenti climatici, interrogandosi sulle strade concrete e fattive per edificare un futuro sostenibile sotto molteplici punti di vista.

Negli ultimi secoli l’energia fossile a basso prezzo non ha portato soltanto a un’esplosione demografica senza precedenti ma anche ad altri sviluppi preoccupanti come il consumo indiscriminato di risorse, l’estinzione di specie animali e vegetali, l’aumento di anidride carbonica nell’aria, l’acidificazione degli oceani. “Stiamo rapidamente raggiungendo i limiti  del nostro pianeta – afferma Lantschner -. È il nostro istinto ad avvisarci che l’attuale strada è sbagliata. Ma cosa possiamo fare per riuscire ad avere davanti ai nostri occhi un futuro con futuro? È un illusione sperare che le nuove tecnologie possano salvarci dai nostri comportamenti insostenibili: il cambiamento può partire soltanto da noi stessi, solo in questo modo la tecnologia ci potrà aiutare a costruire il futuro che ci auguriamo. Il libro non si configura certo come un elenco di obblighi, bensì come un invito a percepire la realtà in modo diverso: la svolta parte dall’energia, che dimostra pienamente di essere la reale valuta del benessere”.

Il volume parte proprio da tali concetti per delineare la sua tesi, ovverosia la costruzione di una strada per garantire un futuro al pianeta Terra. L’autore è Norbert Lantschner, ideatore del progetto CasaClima e direttore dell’Agenzia omonima fino al 2012. Lantschner è un importante esperto in materia di energia e clima, relatore di convegni e seminari, docente ospite in numerose università e presidente della Fondazione indipendente CilmAbita.

Nell’introduzione al volume Lantschner afferma che “le nuove fonti di energia hanno spalancato di colpo le porte di un mondo di sogno ed hanno prodotto benessere, lusso e abbondanza di beni – o meglio, l’hanno generato a beneficio solo di una piccola parte della popolazione mondiale. Tutto ruota attorno all’energia e chi la possiede acquisisce ricchezza ma soprattutto potere, un grandissimo potere. Oggi però si moltiplicano i segnali che l’ubriacatura energetica si sta trasformando in un incubo, di cui sono responsabili in prevalenza i paesi industrializzati. Le conseguenze ecologiche di questa mostruosa fame di energia sono sempre più visibili”.

Il libro trasuda un particolare tipo di energia: un’energia, spiega Lantschner che può infondere “il coraggio di accogliere i cambiamenti indispensabilia una cultura della sostenibilità. Un ‘energia che aiuta predisporre l’humus dal quale possono germogliare comportamenti compatibili con la conservazione e l’evoluzione della vita sulla Terra”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

Scrivi un commento