Edifici sostenibili a km 0: la stampa 3D per l’architettura e l’edilizia

Il nuovo paradigma della sostenibilità nel settore delle costruzioni sarà dettato dalla stampa 3D? A quanto pare non siamo così lontani dalla creazione in situ degli edifici e dei manufatti edilizi e presto si potranno vedere le prime Case a Km 0.
————————————————————————————————–
Sei interessato alla stampa 3d in quadricromia? Maggioli 3d è il servizio dedicato ad architetti, ingegneri, geometra, studi di progettazione e designer.
————————————————————————————————–

Si tratta di una vera e propria rivoluzione che verrà raccontata durante il convegno La stampa 3D per l’architettura e l’edilizia: opportunità e vantaggi per aziende e professionisti, che si terrà domani durante la tappa pugliese del Road Show 3DPrint Hub presso i saloni della Fiera del Levante.

A discutere dell’utilizzo della stampa 3D per l’architettura saranno Enrico Dini, Massimo Moretti, Marco Ferreri, Francesco Bombardi e Simone Majocchi, seduti per la prima volta attorno allo stesso tavolo, che analizzeranno le potenzialità e i percorsi futuribili di questa tecnologia, applicata al settore delle costruzioni.

È proprio Massimo Moretti, fondatore di Wasp Project, a parlare di edifici a chilometri zero. “Il nostro obiettivo – spiega Moretti – è proprio quello di riuscire a costruire case a km 0, in grado di utilizzare energie rinnovabili e materiali disponibili sul territorio. Per questo la stampante per l’edilizia deve essere trasportabile e a basso consumo proprio per essere utilizzata anche in quelle zone in cui manca l’elettricità”.

A quanto pare non si tratta solo di un sogno. La stampante 3D GigaDelta, nella versione alta 4 metri, in grado di realizzare modelli tridimensionali per l’edilizia in scala 1:1, è stata presentata alla passata edizione del SAIE.

Il medesimo modello per la stampa 3D sarà in esposizione anche durante l’evento barese.

Stampa 3D per l’architettura: ripensare alla progettazione

Il settore della stampa 3D è in continua evoluzione e, proprio per questo, aperto a nuove soluzioni e applicazioni. Tecnologie all’avanguardia che permettono di creare strutture, edifici e fabbricati, in maniera del tutto innovativa rispetto al passato ma che, al tempo stesso, rendono necessaria una nuova idea di pensiero e progettazione che tenga conto di queste potenzialità, fino ad oggi sconosciute.

“La stampa 3D come soluzione tecnologica – sottolinea  il designer Marco Ferreri, – nell’immediato può essere utilizzata principalmente per costruire parti di edificio, integrando le soluzioni costruttive attuali e dando margini di libertà progettuale altrimenti difficili se non con costose attrezzature”.

Ma nel futuro si può pensare anche di utilizzare questa tecnologia per realizzare velocemente edifici o parti di edificio danneggiati in caso di calamità naturali, “capaci di essere montate e smontate senza avere un impatto sul territorio circostante”.

Stampa 3D ed edilizia: il D-Shape

Le novità futuristiche introdotte con la stampa 3D non finiscono qui. All’incontro parteciperà infatti anche Enrico Dini, il pioniere del 3D Printing in architettura, che nel tempo ha sviluppato la tecnologia D-Shape, in grado di rivoluzionare il mondo delle costruzioni applicando la manifattura digitale all’architettura. Una tecnologia che consente di creare forme libere e costruire oggetti di grandi dimensioni direttamente dal modello 3D, tramite una macchina che deposita un legante liquido per strati successivi di materiale granulare.

“In senso più ampio – spiega Enrico Dini – il 3D Printing può essere definito come 3D Layering Additive Manufacturing method che, grazie all’automazione, rinnova la tecnica manuale utilizzata fino ad oggi per costruire edifici, trasformandola in un processo di fabbricazione digitale via computer. Un’opportunità infinita per tutto il settore edilizio che oggi finalmente può puntare a stampare fabbricati in macroblocchi, ottimizzando così il processo produttivo, svincolandosi, al contempo, dal limite della cubatura totale della costruzione di stampa disponibile”.

Appuntamento a Milano a marzo 2015

Il 3DPrint Hub che si terrà alla Fiera del Levante è stato organizzato per precedere l’evento che Senaf organizzerà dal 5 al 7 marzo 2015 in fieramilanocity. Il roadshow di 3DPrint Hub verrà ospitato all’interno di Proenergy+Expoedil, l’appuntamento dedicato alla costruzione di impianti efficienti e di edifici sostenibili”.

Dal web


Dal web

Gli Speciali