Mercato immobiliare

Il roadshow di convegni Edifici a energia quasi zero – Verso il 2020 a Bari ha fatto il botto: 1100 iscritti e lista d’attesa per chi vuole partecipare. Negli appuntamenti precedenti (Bologna, Verona, Roma) ha sempre registrato ottimi risultati, ma questa volta si è superato.

I motivi del successo
La discussione intorno alla tematica degli edifici a energia quasi zero è molto accesa. Uno degli argomenti su cui i professionisti e i tecnici del settore si “accaniscono” è la definizione precisa di NZEB (Net/Near Zero Energy Building) visto che non sono ancora stati definiti i limiti di uno NZEB per l’area Mediterranea e nemmeno gli aspetti relativi al rapporto costo/benefici degli interventi. Si discute inoltre degli obiettivi di Net/Near Zero Energy Building verso cui ci spinge la Comunità Europea a proposito delle nuove costruzioni e del patrimonio edilizio esistente. Insomma, si discute molto, e questo è uno dei motivi del successo del road show, perché queste sono le tematiche trattate.

La qualità degli interventi dei relatori è di sicuro un altro motivo del crescendo di iscritti: l’organizzazione scientifica del tour è affidata a docenti universitari e membri di ANCE, ENEA, CECODHAS e delle Commissioni UNI e CTI impegnati da anni nella produzione di norme su tali tematiche all’interno di comitati normatori nazionali ed internazionali (CTI, UNI e CEN).

Anche il passa parola è stato importante: le informazioni su EDIFICI 2020 hanno fatto il giro del web e sono arrivate a molte persone connesse.

Ultimo motivo, ma non meno importante, la possibilità che viene data di volta in volta di accedere agli accrediti presso gli Ordini degli Ingegneri e degli Architetti e del Collegio dei Geometri. Accedere agli accrediti è utile, e il fatto che gli Ordini coinvolti abbiano dato ai professionisti frequentanti questa possibilità è un altro riconoscimento della qualità dei Convegni. Partecipare a Bari (il 19 settembre) significa avere 3 Crediti Formativi Professionali dall’Ordine degli Ingegneri, il Collegio dei Geometri e dei Geometri Laureati della Provincia di Bari. L’evento è anche accreditato dal Consiglio del Collegio territoriale dell’Ordine Periti Industriali e Periti Industriali Laureati delle Province di Bari e B.A.T, sempre con 3 crediti formativi.

Il successo di Bari è già lampante. Qui tutte le info sulla lista d’attesa.

Il tour: le collaborazioni
Il tour è organizzato da Maggioli editore con il contribuito di ANDIL (Associazione Nazionale Degli Industriali dei Laterizi) e di molte delle aziende associate ANDIL, ma non solo. Proprio le aziende hanno rivestito un ruolo importantissimo per l’organizzazione perché hanno fornito un riscontro immediato e concreto ai temi trattati grazie ai loro prodotti, dei quali si può parlare durante i break tra gli intrerventi. Ecco quali sono:
Danesi
FBM Fornaci Briziarelli Marsciano
Gruppo Stabila
Gruppo Vela
G&G Enterprise
Industrie Cotto Possagno
LM Laterificio Meridionale
Nigra
Rehau
SanMarco Terreal
Solava
Siai
Vincenzo Pilone
Wienerberger

Peccato non avere ancora partecipato. Ci sono altre due tappe, oltre a quella di Bari: a Milano il 17 ottobre e Torino il 28 novembre 2014. Intanto, grazie all’ANDIL, alle aziende, a tutti quelli che si sono iscritti e che si iscriveranno.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento