La Banca Popolare di Vicenza, Confprofessioni, FIDIPROF Nord e FIDIPROF Centro Sud hanno siglato un accordo con il quale la Banca mette a disposizione la POSsibilità di adottare il POS obbligatorio senza spese. Vediamo più nel dettaglio l’iniziativa.

Viene offerta la possibilità (a più di 1 milione e mezzo di liberi professionisti e di studi professionali aderenti al sistema di Confprofessioni) di dotarsi del POS, che a questo punto è obbligatorio ma non ci sono sanzioni per chi non lo adotta) a costo zero e facilita l’accesso al credito per gli aderenti ai due Confidi.

Il POS sarà a canone zero, senza spese di installazione del terminale ed esente da commissioni sulle transazioni Pagobancomat per 24 mesi. Leggi anche POS obbligatorio, ecco quali sono i veri costi per i professionisti tecnici.

“L’accordo siglato è la migliore dimostrazione di come si possa trasformare uno svantaggio in una grande opportunità. Siamo perfettamente consapevoli del disagio, assolutamente condivisibile, di moltissimi professionisti obbligati a dotarsi di un POS obbligatorio per l’incasso di pagamenti, ma crediamo che il nostro compito sia anche quello di facilitare l’attività degli studi professionali sul mercato”, dichiara il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella.

E prosegue: “Grazie alla sensibilità mostrata dalla Banca Popolare di Vicenza verso il mondo delle professioni siamo così riusciti a neutralizzare l’impatto di una legge assai controversa e onerosa, offrendo ai professionisti una convenzione a condizioni estremamente vantaggiose che non ha confronti nell’attuale panorama bancario nazionale”.

“L’intesa sottoscritta con la Banca Popolare di Vicenza risulta ancor più significativa ed efficace alla luce dell’accordo con FIDIPROF NORD e FIDIPROF CENTRO SUD, che permetterà ai professionisti di accedere alle garanzie necessarie per ottenere i finanziamenti erogati alla Banca” afferma Stella. “Tale accordo consente al sistema di garanzia fidi promosso da Confprofessioni di allargare ulteriormente la platea di professionisti che possono trovare una risposta chiara e certa alle loro esigenze di credito per sviluppare ulteriormente le loro potenzialità in un contesto di mercato ancora debole”.

Dopo la proposta di Confcommercio su come ridurre i costi del POS obbligatorio arriva questa offerta bomba di Confprofessioni e Popolare Vicenza. Nel pacchetto, naturalmente, c’è anche altro.

L’offerta dedicata di prodotti e servizi bancari include altre promozioni la gamma di conti correnti SemprePiù Impresa Large a condizioni riservate esclusivamente agli associati del sistema Confprofessioni e comprende anche l’adesione ai Programmi che offrono prodotti volti a soddisfare i bisogni specifici delle attività di lavoro autonomo.

La Banca mette a disposizione dei professionisti anche servizi accessori oltre alla possibilità di acquisire senza costi il POS obbligatorio, come il servizio di home banking @time Impresa Light a canone zero.

Grazie a una convenzione siglata tra Banca Popolare di Vicenza, FIDIPROF Nord e FIDIPROF Centro Italia, i due Confidi rilasceranno garanzie sulle richieste di finanziamento che i liberi professionisti rivolgeranno a Banca Popolare di Vicenza, facilitando in questo modo l’accesso al credito.

Il POS obbligatorio è una storia lunga. Se vuoi leggere tutto quello che c’è da sapere leggi POS obbligatorio, via il 30 giugno.

Quella sul POS obbligatorio senza costi rimane un’iniziativa utile, sia per la Banca sia per i Professionisti, e Confprofessioni un buon tramite dell’operazione. Voi che ne pensate? Il vantaggio è solo per la Banca o anche per i Professionisti? Se volete, rispondete nei commenti…

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento