Pier Carlo Padoan, Ministro dell’economia e delle finanze, ha sottoscritto il Protocollo di impegni Pagamento debiti PA. Il Protocollo indica gli impegni che ogni parte deve assumere per garantire il pagamento più veloce possibile dei debiti delle pubbliche amministrazioni. Con il decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66 sono stati stanziati 9,3 miliardi di euro per alimentare lo strumento di pagamento mediante anticipazione di liquidità agli enti. In tutto quindi portando lo stanziamento nel biennio 2013-2014 ammonta a 56,8 miliardi di euro.

Cosa sta facendo, inoltre, il Governo?

Ha potenziato anche lo strumento della cessione del credito certificato assistito da garanzia dello Stato per il pagamento di tutti i debiti di parte corrente (debiti PA).

Il Mef ha emanato il decreto del 15 luglio 2014, n. 59700 che contiene l’incremento di 6 miliardi di euro della dotazione per il 2014 del “Fondo per assicurare la liquidità per pagamenti dei debiti certi, liquidi ed esigibili”.

Vengono potenziate le attività di supervisione e monitoraggio, rafforzate le funzionalità della Piattaforma elettronica e promosse nuove misure di allentamento del patto di stabilità interno.

Tra le Regioni, Province e Comuni si l’intensifica il ricorso alle anticipazioni di liquidità messe a disposizione dallo Stato per pagare i debiti e il rafforzamento degli uffici preposti all’attività di certificazione e pagamento.

E ora, un link importante da monitorare: lo Stato di avanzamento dell’operazione di smaltimento dei debiti.

I rappresentanti delle imprese per ricevere il pagamento debiti delle PA si impegnano a sollecitare i propri associati a presentare istanza di certificazione dei crediti per beneficiare della garanzia dello Stato.

L’ABI, coinvolgendo i singoli istituti bancari, favorirà il più agevole processo di cessione del credito assistito da garanzia dello Stato e a sensibilizzare il sistema bancario a mettere a disposizione delle imprese adeguate risorse.

Cassa depositi e prestiti adotterà la convenzione quadro con l’ABI per la cessione dei crediti vantati nei confronti delle pubbliche amministrazioni e assistiti da garanzia dello Stato. Il Mef e l’ABI hanno già sottoscritto il 17 luglio scorso la convenzione quadro per la cessione pro-soluto dei crediti.

Infine, il Ministro dell’economia e delle finanze ha attivato una task force dedicata al tema: gli atti di attuazione previsti sono in larga parte definiti e perfezionati.

Un altro link importante, eccolo: accedi alla Piattaforma per la certificazione dei crediti.

Il Protocollo per il pagamento debiti PA è stato sottoscritto insieme a: rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, UPI, ANCI, Confindustria, Confapi, Confimi Impresa, ANCE, ANIEM, Confagricoltura, associazioni riunite nell’Alleanza delle Cooperative Italiane (AGCI, Confcooperative, Legacoop), associazioni riunite in R.E TE. Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato Imprese, Confcommercio – Imprese per l’Italia e Confesercenti), Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, Unioncamere, ABI e Cassa depositi e prestiti s.p.a.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento