Dissesto idrogeologico: al SAIE 2014 un mosaico di voci

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 56 del 14 luglio 2014 l’Accordo tra il Governo e le Regioni che istituisce il Modello Unificato per il permesso di costruire e della segnalazione certificata di inizio attività, la c.d. SCIA.

In pratica un modello unico per tutta Italia, anche se le Regioni avranno la possibilità di adeguare il Modello Unico per il permesso di costruire in base alle specifiche normative regionali sull’edilizia.

Le modifiche potranno essere fatte solo nei quadri del Modello Unificato individuati come “Variabili”.

A loro volta anche i Comuni dovranno adeguare la modulistica in uso sulla base del Modello Unificato.

Anatomia del Modello Unificato per il permesso di costruire

Il modello pubblicato in Gazzetta Ufficiale è composto di 57 pagine ed è suddiviso in varie sezioni:

1a. Richiesta di permesso di costruire

2a. Soggetti coinvolti

3a. Relazione tecnica di asseverazione

1b. Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA)

2b. Soggetti coinvolti

3b. Relazione tecnica di asseverazione

Scarica il PDF con il Modello Unificato per il permesso di costruire

Scarica il PDF con il Modello Unificato per la segnalazione certificata di inizio attività (SCIA)

Proprio stamane a firma di Marco Brezza è stato pubblicato un lungo articolo dedicato al tema delle semplificazioni in edilizia e all’introduzione del Modello Unificato per il permesso di costruire. Su tratta di una vera rivoluzione o è solo presunta?

Pur accogliendo con favore una riforma delle procedure amministrative relative all’edilizia, il dubbio che proviene dalle libere professioni tecniche è che il nuovo approccio si discosti dalle prescrizioni per favorire l’indirizzo prestazionale; un po’ come già si sta facendo con la riforma della normativa riguardante la prevenzione incendi (approccio prestazionale e non prescrittivo).

Leggi l’articolo di Marco Brezza Permesso di costruire: la rivoluzione (presunta?) dei moduli unici

Dal web


Dal web

Gli Speciali

1 COMMENTO

  1. suggerirei di allegare un secondo modulo contenente le linee guida per la compilazione ( sufficienti in questo caso 40 pagine ) ed un un terzo modulo semplificato ( con non più di 15 pagine ) riportante casi-tipo e discussioni relative cordialmente

Scrivi un commento