Una foto con un esempio di Home Staging

Abbreviare i tempi di vendita o locazione di un immobile anche in tempi avversi come quelli che sta vivendo il mercato immobiliare si può. Come? Con l’Home Staging, tecnica di marketing immobiliare nata negli Stati Uniti negli anni ’80 e che si sta rapidamente diffondendo in Europa e negli ultimi anni anche in Italia.

Home Staging significa letteralmente “allestimento/preparazione della casa” ed è proprio di questo che si tratta: sistemare un immobile in modo tale da valorizzarlo, renderlo più accattivante agli occhi dei possibili acquirenti ed aumentarne di conseguenza la commerciabilità.

A chi si rivolge

Privati che vogliono vendere o affittare un immobile in tempi rapidi e con buoni profitti, agenzie immobiliari che puntano ad un ritorno di immagine oltre che all’incremento delle vendite, investitori immobiliari e costruttori che vogliono presentare al pubblico alloggi pilota per facilitare le vendite, si interessano sempre di più all’Home Staging.

Come

Valorizzare gli ambienti enfatizzandone i punti di forza, spersonalizzarli, renderli più neutri in modo tale da incontrare il gusto della maggior parte delle persone, è questo che fanno gli Home Stagers adottando semplici soluzioni dai costi contenuti come ad esempio la migliore disposizione degli arredi, il trattamento delle superfici, le piccole riparazioni, l’eliminazione di tutti gli oggetti superflui, la ricollocazione degli accessori.

Dettaglio da non trascurare a completamento dell’operazione di allestimento è la realizzazione di un servizio fotografico di qualità, dato che la ricerca di un immobile da affittare od acquistare inizia sempre più spesso da internet proprio attraverso le immagini.

Perche’

Nel scegliere una casa da acquistare o affittare la prima impressione fa sicuramente la differenza; mettere in vendita o in affitto una casa ben tenuta, ben arredata ed accessoriata e con gli spazi ben sfruttati, oltre a rendere meglio l’idea delle potenzialità, aumenta il numero di possibili acquirenti, riduce i tempi di vendita/locazione e induce meno a trattative sul prezzo.

L’Home Staging può anche rappresentare la soluzione ideale per chi vuole trasformare un proprio immobile (che abbia già i requisiti strutturali e normativi) in una struttura micro-ricettiva come B&B, affittacamere, casa vacanze, affitto a breve periodo, etc.

In questo caso il colpo d’occhio assume ancora più valore dato che il cliente, non visitando l’immobile prima di affittarlo, si avvale in primo luogo delle immagini pubblicate in rete per valutare la qualità dell’ambiente proposto.

di Cristina Meschi, architetto e consulente presso The Best Rent

Fonte dell’immagine prettyyourspace.com

Dal web


Dal web

Gli Speciali

2 Commenti

  1. Verissimo!!!! Dovevo vendere casa e mi sono rivolta anche io ad un architetto che mi ha aiutato a valorizzarla, con piccole modifiche di arredi e superfici!
    L’unico problema è trovare un buon architetto! 🙂

    • Più che cercare un architetto in generale, come spiega l’articolo, bisogna cercare un esperto di Home Staging, che è una tecnica a se. Ormai per fortuna di Home Stager ce ne sono parecchi in Italia, basta fare ricerca attraverso associazioni e community di Home Staging 😉

Scrivi un commento