Continua il rebus del pagamento della TASI con il quale sono alle prese migliaia di contribuenti residenti nei Comuni che hanno deliberato le aliquote e inviato al Dipartimento delle finanze il testo della delibera per la pubblicazione.

Tra i numerosi casi particolari, che creano sconcerto e dubbi anche tra gli addetti ai lavori (commercialisti e CAAF), ve ne sono alcuni che hanno richiesto l’intervento chiarificatore dell’Amministrazione finanziaria. Proprio ieri, infatti, dal Dipartimento delle finanze sono finalmente arrivate le FAQ sulla corretta applicazione per il 2014 della TASI e dell’IMU.

Rimandano al tutorial per calcolare la base imponibile sulla quale pagare la TASI e all’approfondimento su come ripartire l’imposta tra proprietario e inquilino, oggi la nostra attenzione si concentra sul caso, tutt’altro che raro, di due comproprietari che risiedono entrambi nella abitazione principale, quindi soggetta alla TASI.

Chi paga cosa? Come ci si comporta con le eventuali detrazioni decise dai singoli Comuni?

Ecco le indicazioni dell’Amministrazione finanziaria.

Poniamo il caso di un’abitazione adibita ad abitazione principale dal Signor Rossi e dalla Signora Verdi.

Entrambi possiedono una quota di proprietà dell’immobile: il Signor Rossi ne possiede il 30%, la Signora Verdi il restante 70%.

La casa ha una rendita catastale di 500 euro che, rivalutata del 5% [500 x (500 x 0.05)] e moltiplicata per il coefficiente di 160 determina una base imponibile di 84.000 euro (il calcolo è stato realizzato seguendo le istruzioni del nostro tutorial).

Nel Comune dove si trova l’immobile, la delibera della TASI ha fissato un’aliquota del 2,8 permille e una detrazione di 200 euro.

Quanto paga il Signor Rossi?

Il Signor Rossi calcola la TASI in relazione alla propria percentuale di possesso (84.000 x 30% = 25.200 Imponibile TASI) con l’aliquota deliberata dal Comune per l’abitazione principale [25.200 : [1.000 x 2,8)] dal risultato ottenuto (70,56 euro) detrae il 50% dell’importo della detrazione (70,56 – 100).

Il Signor Rossi  non paga, quindi, la TASI essendo la detrazione superiore all’imposta;

Quanto paga la Signora Verdi?

La Signora Verdi calcola l’imposta in relazione alla propria percentuale di possesso (84.000 x 70% = 58.800 Imponibile TASI) con l’aliquota deliberata dal Comune per l’abitazione principale [58.800 : (1.000 x 2,8)] dal risultato ottenuto (164,64 euro)detrae il 50% dell’importo della detrazione (164,64 – 100).

La Signora Verdi paga la TASI per  64,64 euro.

Dal web


Dal web

Gli Speciali

Scrivi un commento